Legalcommunity Labour Awards 2021: Studio Legale Menichetti Studio dell’Anno Pubblico Impiego

Lo scorso 9 settembre si è svolta a Milano la X edizione dei Legalcommunity Labour Awards.

Nel corso della serata è stato conferito allo Studio, per il secondo anno consecutivo, il prestigioso premio “Studio dell’Anno Pubblico Impiego” con la seguente motivazione:

«Un team professionale, solido e molto preparato». Lo studio gode della stima e del riconoscimento da parte del mercato. Quest’anno sono i più segnalati nell’ambito del pubblico impiego, nel quale vantano una riconosciuta expertise.”

Hanno ritirato il premio gli avvocati Claudio Damoli, Andrea Dell’Omarino, Enzo Pisa.

Sono risultati, altresì, finalisti come “Avvocato dell’anno” gli avvocati Claudio Damoli e Enzo Pisa, partners dello Studio,  nelle seguenti categorie:

avv. Claudio Damoli: consulenza, contenzioso, pubblico impiego, relazioni Industriali, previdenza sociale

avv. Enzo Pisa: consulenza; contenzioso; contratti di agenzia; relazioni industriali; restructuring

 

Lo Studio ringrazia gli organizzatori, i clienti ed i collaboratori per il riconoscimento ottenuto.

Il gruppo Porcelanosa cresce in italia e apre un prestigioso showroom nel cuore di milano

Con oltre 850 punti vendita, di cui 150 negozi di proprietà gestiti direttamente dal Gruppo, e una rete di distribuzione globale che continua ad estendersi a città quali New York, Londra, Parigi e Roma, PORCELANOSA assicura la propria presenza nei cinque continenti. L’obiettivo del Gruppo è quello di offrire al consumatore finale un’esperienza di interior design unica ed esclusiva, distintiva per la continua innovazione di prodotto, l’alta gamma delle soluzioni proposte e la capillare rete di assistenza.

Con questo nuovo punto vendita, PORCELANOSA continua il proprio progetto di espansione globale consolidando la sua posizione sul mercato italiano. Milano rappresenta uno dei luoghi di riferimento per il settore europeo dell’interior design e dell’architettura, di qui la scelta strategica di aprire un nuovo Showroom nel cuore storico ed economico della città, rivolgendosi primariamente ad architetti e professionisti. Il nuovo punto vendita va ad aggiungersi allo storico negozio di Corsico, che vanta oltre 20 anni di attività, riconfermando gli obiettivi di posizionamento e l’interesse per il mercato italiano.

In concomitanza con il Salone del Mobile Milano 2021, dal 4 settembre PORCELANOSA ha aperto le porte del suo nuovo negozio situato in Piazza Castello, 19. Uno spazio innovativo di oltre 600 mq pensato per i professionisti dell’architettura, dell’arredamento d’interni e del design di Milano.

Nei suoi due piani si possono conoscere le ultime tendenze in fatto di pavimenti e rivestimenti, vivendo l’esperienza di ambienti totalmente coordinati e immersivi. L’ampia gamma proposta da Porcelanosa Grupo spazia dalle ceramiche ai legni nobili per finire con la pietra naturale. Bagni e cucine di altissima gamma completano l’offerta senza trascurare mobili e complementi d’arredo unici. Tutte le proposte presenti in sala mostre sono disegnate, prodotte e distribuite direttamente dal Gruppo Porcelanosa, uno dei più importanti brand mondiali per le soluzioni di interni.

A pochi metri da Piazza Cadorna, lo showroom gode di una posizione privilegiata: collegato ai principali punti di interesse della città tramite metro, treno, autobus e tram, si trova a soli 40 minuti dall’aeroporto di Milano-Malpensa.

 

Per informazioni, immagini o se vuoi visitare lo showroom:

Ufficio Stampa per l’Italia

Sangalli Marketing & Communications

Monica Gargiulo – mgargiulo@sangallimc.it – Mob. 320.2851120

Michela Sangalli – msangalli@sangallimc.it –  Mob. 340.1873113

Lo Studio Legale Menichetti vince il Premio Le Fonti 2021 “Studio Legale dell’Anno Rapporti di Lavoro e di Distribuzione internazionali”

Lo scorso 8 Luglio a Milano, in occasione della XI edizione de “Le Fonti Awards” svoltasi presso il Museo Diocesano, è stato conferito allo Studio Legale Menichetti il premio “Studio Legale dell’Anno Rapporti di Lavoro e di Distribuzione internazionali” per “occuparsi, da oltre 50 anni, di diritto del lavoro. Per l’approccio tempestivo, puntuale e completo, la professionalità, la conoscenza del mercato e la visione sistematica della materia trattata. Per lo sviluppo dei propri rapporti internazionali e per essere membro di ELLEX, organizzazione internazionale di avvocati indipendenti, con sede a Madrid, il cui obiettivo è quello di favorire rapporti giuridici, economici, politici e sociali, tra Europa e America Latina”.

Hanno ritirato il premio gli avvocati Enzo Pisa, Andrea Dell’Omarino, Osvaldo Cantone, Lorenzo Cantone, Fabiana Menichetti ed il dott. Gianni Anichini.

VERTI SOSTIENE LA FUNDACIÓN MAPFRE PER IL LANCIO DELLA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO FOTOGRAFICO “KBr PHOTO AWARD”

In palio 25mila euro per il miglior fotografo
La scadenza per l’invio dei lavori è fissata per il 10 settembre 2021

 

La Fundación MAPFRE lancia la prima edizione del KBr Photo Award, un premio internazionale che si terrà ogni due anni. La partecipazione al concorso è aperta a tutti i fotografi che stanno lavorando a un nuovo progetto o ne hanno appena completato uno purché non sia mai stato presentato in altre competizioni simili e non sia stato esposto in pubblico.

Il premio per il miglior fotografo ammonta a 25 mila euro. Oltre al riconoscimento economico, la Fundación MAPFRE produrrà e organizzerà a febbraio 2023 una mostra all’interno della Room 2 del KBr Center a Barcellona, il centro dedicato alla fotografia della Fundación MAPFRE. Il lavoro del fotografo vincitore sarà esposto nella mostra e farà parte del catalogo della mostra stessa firmato Fundación MAPFRE.

La giuria che valuterà i lavori dei fotografi sarà formata da quattro autorevoli esponenti del mondo dell’arte, tra i quali sarà presente anche un po’ d’Italia, grazie a Urs Stahel, scrittore, curatore della mostra, consulente indipendente e curatore del museo MAST – Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia – di Bologna. Lo affiancheranno Carles Guerra, artista, critico d’arte e curatore indipendente, Thomas Weski, curatore del Michael Schmidt Archive e curatore della mostra e Sarah Meister, executive director di Aperture. Farà parte della giuria anche Carlos Gollonet, curatore senior della fotografia alla Fundación MAPFRE.

Nadia Arroyo, manager dell’area culturale della Fundación MAPFRE, sottolinea che “con questo premio, la fondazione vuole rafforzare il suo supporto alla creazione artistica, permettendo al profilo professionale del vincitore di emergere sulla scena artistica nazionale e internazionale. La fondazione lo accompagnerà nella sua crescita con un significativo supporto economico e organizzando una mostra del suo lavoro, ideandone il relativo catalogo”.

I candidati possono inviare il lavoro entro il 10 settembre 2021 all’indirizzo mail kbr.fundacionmapfre.org

Verti fa parte di MAPFRE, gruppo assicurativo internazionale presente in tutto il mondo, e supporta il concorso avviato dalla sua fondazione a favore del merito artistico.

 

Per maggiori informazioni:
Emanuela Fostera – ufficiostampa@verti.it

L45 Corporate Relations
Alessandro D’Angelo
Mobile: +39 329 4139226
Email: adangelo@l45.it

Martina Bissolo
Mobile: +39 333 4351457
Email: mbissolo@l45.it

El smart-working entre las medidas extraordinarias y la disciplina ordinaria

Redactado por la abogada Silvia Galbusera

La situación de emergencia sanitaria provocada por el Covid-19 ha llevado a la introducción en Italia de algunas medidas destinadas a simplificar el uso del smart-working como alternativa al trabajo presencial.

Los empresarios privados, en efecto, en virtud de lo dispuesto por el art. 90, apartados 3 y 4, del Decreto Rilancio, hasta el 31 de julio de 2021 (salvo ulteriores prórrogas), pueden acogerse a un procedimiento simplificado que les permite: aplicar la modalidad de smart-working o  trabajo ágil a cualquier relación laboral por cuenta ajena, sin exigir la firma de un acuerdo con el trabajador; cumplir con las obligaciones de información en materia de seguridad en el trabajo por vía telemática; recurrir a un procedimiento simplificado en cuanto a la comunicación obligatoria que debe realizarse al Ministero del lavoro e delle politiche sociali sobre la realización por parte del trabajador de la prestación laboral en modalidad de smart-working.

La ausencia de la comunicación obligatoria supone una sanción administrativa por una cantidad que asciende a entre 100 y 500 euros por cada trabajador. Además, teniendo en cuenta que las normas dictadas por razón de la emergencia sanitaria tienen un carácter excepcional, el empresario estará obligado a indicar en la comunicación a enviar a la autoridad competente, inter alia, la fecha de inicio y de finalización del período de trabajo en modalidad de smart-working.

Evidentemente, en el supuesto de que el empresario tenga la intención de adoptar esta forma de trabajo durante un periodo que vaya más allá de la fecha establecida por la legislación extraordinaria y pretenda estructurar su organización del trabajo sobre la base del trabajo ágil, tendrá que evaluar si seguir las disposiciones de ley ya vigente antes de la entrada en vigor de la misma legislación de emergencia.

Recordamos, a tal propósito, que la relación aquí objeto de análisis había encontrado una regulación en la Ley 81/2017 (art. 18 y ss.) que dicta una disciplina, aunque mínima, sobre el smart-working. Dicha norma se limita, de hecho, a perfilar la noción del instituto y a proporcionar algunas pocas reglas, aunque básicas, para la regularidad de la relación, en términos de derechos y obligaciones de las partes. No obstante, es importante destacar que, a diferencia del contexto actual, la citada ley establece que el trabajo ágil es una modalidad de régimen laboral pactada entre las partes y que, por tanto, debe adoptarse con el consentimiento del trabajador; consentimiento que se expresa mediante la firma de un acuerdo al que se debe hacer referencia en las comunicaciones preceptivas a realizar, adjuntándolo (hoy, como se ha dicho, se excluye esta formalidad). La Ley regula, en efecto, la forma y el derecho de desistimiento en el caso de que las partes firmen un acuerdo por tiempo indefinido, se preocupa de garantizar la seguridad incluso del trabajador que realiza sus actividades en modo ágil y establece expresamente que el empleado no pueda ser discriminado respecto a los que trabajan en la sede de la empresa, conservando todos los derechos previstos en la Ley y en la negociación colectiva.

Al firmar el acuerdo, las partes regulan todos aquellos aspectos que la ley no ha disciplinado expresamente.

Entre otras cosas, en el respeto de la Ley y del convenio colectivo aplicable a cada relación, empresario y trabajador pueden, de hecho, definir libremente en el acuerdo: el número máximo de días en régimen de Smart-working que se puede utilizar en un periodo de tiempo determinado; los lugares fuera de los locales de la empresa en los que el empleado puede desarrollar su prestación laboral; las franjas horarias de guardia del trabajador y los medios por los que se le puede contactar; la posibilidad, definida de antemano o en el momento, de que la prestación laboral se realice durante la misma jornada en parte en la oficina y en parte fuera de los locales de la empresa; la obligación por parte del trabajador, cuando sea necesario, de estar presente en la empresa incluso en los días dedicados al smart-working cuando dicha necesidad no se hubiera podido prever; la lista de los equipos de la empresa facilitados al trabajador que son necesarios para la realización de la actividad laboral y la obligación de conservarlos y mantenerlos; la obligación del trabajador de realizar las tareas asignadas de forma personal y directa, sin valerse de otros sujetos, garantizando el mismo compromiso profesional respecto a la actividad desarrollada en la empresa; la obligación de garantizar la confidencialidad de los documentos e informaciones de la empresa; las modalidades para garantizar al trabajador el derecho a la desconexión fuera de la jornada laboral.

Como se ha mencionado anteriormente, si el empresario tiene la intención de incluir también el trabajo ágil en su organización, independientemente de la situación de emergencia sanitaria, puede tranquilamente negociar con los sindicatos o directamente con el empleado un acuerdo que regule el trabajo ágil también en el futuro, cuidando de todas formas de que este acuerdo garantice la flexibilidad que permita adaptar sus necesidades laborales y organizativas a la modalidad de trabajo ágil.

ERA: Come gestire la “coda lunga” della spesa in azienda

Che cos’è la coda lunga?

È un concetto noto nella vostra azienda? Anche se non ne avete mai sentito parlare, vi riguarda di sicuro. In poche parole, con questo termine ci si riferisce al 20% delle transazioni di acquisto non-core che fondamentalmente non vengono gestite, di solito a causa dell’elevato numero di fornitori e di risorse interne limitate. Il modo migliore per spiegare cos’è la coda lunga è rifarsi alla regola di Pareto, secondo cui l’80% della spesa di un’azienda viene gestito in modo strategico con il 20% dei fornitori. Di solito questo 80% include i costi di beni, utensileria, altre spese in conto capitale, assicurazioni, affitti e utenze.

Il rimanente 20%, o coda lunga, riguarda invece l’80% dei fornitori. Di questa “coda” fanno parte migliaia di articoli di consumo gestiti a magazzino (MRO, DPI, articoli per imballaggi, spedizioni e magazzino, prodotti sanitari e per l’igiene, gas industriali), logistica, reti e servizi di telecomunicazione, e altre voci quali rifiuti, abbigliamento da lavoro ed elaborazione buste paga. Va rilevato, inoltre, che i costi per l’elaborazione e il pagamento delle fatture per questo tipo di acquisti spesso superano il valore dei beni o dei servizi ricevuti. Questo segmento di spesa è difficile da gestire in modo efficace. E anche ottenere i prezzi migliori del settore dai fornitori che meglio rispondono alle vostre esigenze costituisce una sfida.

Di seguito il caso recente di un cliente nel settore manifatturiero, con una spesa pari a 56 milioni di dollari:

La coda lunga, che qui ammonta a 9,4 milioni $, riguarda MRO, imballaggi, assicurazioni, IT, logistica, telecomunicazioni, abbigliamento, rifiuti, forniture per ufficio, marketing, formazione, regolamentazione, ecc.

In alcune categorie di spesa sono possibili risparmi del 10-40%. Spesso questi potenziali risparmi vengono trascurati a causa di una bassa aspettativa in termini di rendimento, oltre alla mancanza di visibilità, risorse interne e dati di riferimento. Manager e direttori d’acquisto devono cambiare il modo in cui guardano alle spese indirette. Il motivo principale per cui molti responsabili dicono di non gestire la coda lunga (troppo costosa dal punto di vista del processo) è esattamente il motivo per cui non dovrebbero ignorarla (troppo costoso per il business).

Qual è il primo passo per affrontare la coda lunga?

Avete mappato la spesa della vostra azienda come nella figura qui sotto? La spesa può essere scomposta per fornitore o categoria di costo. Tuttavia, applicare entrambi i metodi rappresenta un’ottima regola generale, perché così si ha un quadro chiaro che consente di identificare le opportunità di risparmio. Se state valutando una revisione interna della spesa, questo dev’essere il primo passo. Non si possono misurare i miglioramenti se prima non si definisce il punto di partenza.

Visualizzare i dati relativi alla spesa di un esercizio precedente in questo formato può fornire informazioni preziose a un CEO o a un CFO. Al posto di singole voci, per esempio materie prime, lavorazioni esterne, manodopera, imballaggi, forniture per la linea di produzione, ecc., questo modello di reporting offre un’istantanea della spesa molto più dettagliata, divisa per categorie di costo e parco fornitori.

Sondare ancor più in profondità una determinata categoria può portare a una comprensione ancor maggiore. Per esempio, nella categoria MRO (Maintenance, Repair and Operations)1, i dati riferiti alla spesa possono essere riportati per prodotto (utensili da taglio, lubrificanti, elementi di fissaggio, dispositivi di protezione individuale, ecc.) e incrociati con i fornitori.

La vostra organizzazione sarà così in grado di accorciare metodicamente la “coda”, sfruttare il potere d’acquisto, ottenere visibilità sui costi e definire delle metriche per misurare il grado di raggiungimento degli obiettivi futuri partendo dallo stato attuale

8 motivi che rendono difficile la gestione della coda lunga:

  • Conoscenza della categoria: Ogni categoria di spesa è caratterizzata da propri driver di costo, condizioni di mercato, termini contrattuali e altri dettagli specifici. Per gestire efficacemente la coda lunga, è necessario comprendere a fondo tutti questi aspetti.
  • Dati di benchmark: Per ottenere i prezzi migliori del settore sono indispensabili dati di benchmark esterni all’azienda. Accedervi rappresenta una sfida, perché non sono di facile reperibilità. E non dimentichiamo che i fornitori cercano di massimizzare ricavi e margini su ogni articolo fornito.
  • Risorse interne: Gli uffici di procurement raramente hanno il tempo o i dati di riferimento per dedicare a quest’area di spesa l’attenzione che meriterebbe. Spesso la funzione Acquisti è troppo presa a soddisfare le esigenze della linea di produzione, chiedere preventivi e risolvere problemi legati ai materiali di produzione. In aggiunta, molte società hanno un lungo elenco di priorità e di solito la coda lunga non è in cima a questa lista
  • Supporto dei dirigenti: Molti dirigenti pensano che il potenziale di risparmio sia esiguo e trascurano quest’area di spesa, preferendo strategie che offrano benefici più immediati (e diano maggiore visibilità). Sono dunque riluttanti a impegnare risorse per scoprire opportunità di risparmio nella coda lunga.
  • Controlli interni: Spesso si aggiungono fornitori in base alle necessità del momento, senza un piano strategico; ciò comporta le cosiddette spese maverick (acquisti estemporanei, non conformi ai processi di acquisto aziendali). Senza una strategia documentata e uno o più referenti, la coda lunga resterà in gran parte fuori controllo.
  • Spesa frammentata Per una certa categoria di spesa, di solito ci sono più fornitori del necessario. Oltre alle tante categorie da gestire, le aziende potrebbero semplicemente non avere il tempo di dedicarsi con la dovuta attenzione alle relazioni instaurate con i singoli fornitori. Naturalmente, in questi casi, il potere d’acquisto limitato annulla potenziali economie di scala.
  • Visibilità Raramente i dettagli dei prodotti o dei servizi acquistati vengono riportati e rivisti internamente a livello SKU. Preferendo la comodità, molte aziende utilizzano le carte acquisti (P-cards), che tuttavia rendono poco chiari i dati sulla spesa.
  • Costi di elaborazione I costi per generare e ricevere un ordine d’acquisto, e per elaborare e pagare una fattura, spesso superano il valore dell’articolo acquistato. Spesso anche modelli di ordinazione ed evasione (fulfillment) inefficienti rendono difficile la gestione della coda lunga.

Gestione della coda lunga: valutazione delle opportunità

La vostra azienda potrebbe non avere il tempo o le risorse per fare davvero i conti con la coda. Forse i vostri manager hanno già individuato le aree da analizzare, ma non hanno ancora compiuto il primo passo per condurre una revisione. Una valutazione adeguata delle opportunità che derivano da una gestione attiva della coda lunga si traduce in un vantaggio competitivo per la vostra azienda. Perché continuare a sprecare denaro che potrebbe portare a un miglioramento dei risultati o essere destinato ad altri progetti più importanti?

Expense Reduction Analysts

Expense Reduction Analysts (ERA) offre un’ampia gamma di soluzioni per assistere le aziende di tutto il mondo. Il nostro team collabora con aziende attive in tutti i settori industriali e abbiamo già aiutato migliaia di imprese a operare in modo più efficiente e a tutelare i propri margini.

Fondata nel 1992, ERA è una delle principali società di consulenza al mondo, specializzata nell’ottimizzazione dei costi e nella gestione delle relazioni con i fornitori. Con oltre 700 consulenti che operano in più di 40 paesi, ERA fornisce consulenza sulle migliori pratiche specifiche del settore, riducendo i costi e, infine, fornendo soluzioni su misura a vantaggio della crescita aziendale.

Per ulteriori informazioni, visita expensereduction.com

Nuova Festina Chrono Bike Collection 2021: tradizione e innovazione per connetterti al tuo mondo

Festina svela la nuova leggendaria Chrono Bike Collection 2021, la mitica collezione di segnatempo sportivi che conta migliaia di appassionati in tutto il mondo. L’attesa per questa iconica collezione di grande successo si rinnova ogni anno: mantenendo la sua riconoscibilità nel design ispirato al mondo del ciclismo, la linea sa rinnovarsi nello stile e nelle funzionalità abbracciando gli ultimi trend.

Nella collezione Chrono Bike Collection 2021 se da una parte assistiamo all’immancabile rinnovamento stilistico della storica gamma di orologi sportivi, con 4 nuovi cronografi al quarzo con bracciale in metallo e 8 nuovi modelli con cinturino in gomma, dall’altra la maison sorprende reinventando in chiave tecnologica l’eleganza sportiva dei modelli Chrono Bike.

La Special Edition quest’anno stupisce infatti non solo per la linea esclusiva, ma anche per la nuova tecnologia con cui anche il brand Festina debutta nel mondo degli orologi Ibridi dopo la grande acquisizione del Gruppo del know how di questo importante e nuovo segmento di mercato: la Chrono Bike Special Edition Connected è quindi una proposta di 4 orologi connessi per coloro che vogliono vestire la collezione arricchendola delle ultime tecnologie, mantenendo l’estetica classica del proprio segnatempo ma con la possibilità di personalizzarlo per renderlo incredibilmente unico.

La Chrono Bike è una collezione dal fascino indiscusso che racchiude innovazione ed eleganza: tutte le proposte sono custodite in un raffinato cofanetto regalo.

 

Chrono Bike Collection F20543 – F20544

Da sempre la più attesa e apprezzata dagli appassionati grazie ai materiali di qualità, alle finiture di prestigio e ai richiami al mondo delle due ruote, la collezione 2021 si racconta come sempre per il grande carattere della sua linea, con il quadrante colorato e le finiture satinate che alternano dettagli lucidi. Nelle versioni con cinturino in gomma i cronografi comprendono due modelli monocromatici con quadrante e cinturino “total black”, e quattro modelli dai colori vivaci e distintivi come il giallo, l’arancione, l’azzurro e il verde. Comodi e pratici da indossare sono funzionali durante l’attività sportiva, ma perfetti anche nelle attività quotidiane: i nuovi cronografi si presentano con una robusta cassa in acciaio di 45,50 mm che monta un vetro minerale temperato e sono impermeabili fino a 100 metri.

 

Chrono Bike Special Edition Connected

Fedeli all’estetica dell’intramontabile Chrono Bike, con l’imponente cassa e l’aspetto sportivo, le proposte connesse offrono una serie di funzioni intelligenti per non dover dipendere dallo smartphone sia durante l’allenamento, sia nella quotidianità. Uno dei grandi vantaggi è la possibilità di poter configurare da mobile, attraverso l’app dedicata, quali notifiche ricevere: invece di essere disturbati da avvisi di ogni tipo, l’orologio vibra solo per quelli importanti. Inoltre, è possibile filtrare i messaggi, le chiamate e le notifiche dai social. L’utilizzo di questo nuovo gioiello tecnologico è veramente immediato: con una leggera pressione sulla corona le lancette mostrano la data ed un secondo fuso orario. Inoltre, con i pulsanti si può controllare la musica sullo smartphone, scattare foto, salvare una posizione e localizzare il cellulare. E molto altro ancora.

Quattro sono le raffinate proposte che combinano l’acciaio con il trattamento IP color nero o blu con dettagli color oro o rame. Inoltre, la ghiera girevole e gli indici luminescenti, rendono questi orologi perfetti per l’uso quotidiano. Il cinturino aggiuntivo in gomma con finitura in camouflage, la fantasia mimetica militare, è un dettaglio raffinato che rende questa collezione ancora più desiderabile perché si adatta ad ogni cambio di outfit.

CHRONO BIKE F20543

Cronografo con cassa e bracciale in acciaio in ossidabile 316L
Diametro della cassa: 45.50 mm
Vetro minerale
Data
Funzioni cronografiche
Cofanetto regalo
Impermeabilità 10 ATM
Prezzo: 199,00 €

 

 

 

 

CHRONO BIKE F20544

Cronografo con cassa in acciaio in ossidabile 316L e bracciale in gomma
Diametro della cassa: 45.50 mm
Vetro minerale
Data
Funzioni cronografiche
Cofanetto regalo
Impermeabilità: 10 ATM
Prezzo: 189,00 €

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SPECIAL EDITION CONNECTED F20545/1

Cronografo connesso
Cassa in acciaio inossidabile 316L e bracciale in acciaio inossidabile con finiture camouflage
Diametro della cassa: 44.50 mm
Trattamento IP nero
Vetro Zaffiro antigraffio
Impermeabilità 10 ATM
Cinturino aggiuntivo in gomma camouflage
Cofanetto regalo
Prezzo: 399,00 €

 

 

 

SPECIAL EDITION CONNECTED F20547/1

Cronografo connesso
Cassa e bracciale in acciaio inossidabile 316L
Diametro della cassa: 44.50 mm
Trattamento IP blu
Dettagli con trattamento IP oro
Vetro Zaffiro antigraffio
Impermeabilità 10 ATM
Cinturino aggiuntivo in gomma camouflage
Cofanetto regalo
Prezzo: 399,00 €

 

 

 

SPECIAL EDITION CONNECTED F20548/1

Cronografo connesso
Cassa e bracciale in acciaio inossidabile 316L
Diametro della cassa: 44.50 mm
Trattamento IP nero
Dettagli con trattamento IP rame
Vetro Zaffiro antigraffio
Impermeabilità 10 ATM
Cinturino aggiuntivo in gomma camouflage
Cofanetto regalo
Prezzo: 399,00 €

 

 

 

SPECIAL EDITION CONNECTED F20548/1

Cronografo connesso
Cassa e bracciale in acciaio inossidabile 316L
Diametro della cassa: 44.50 mm
Trattamento IP blu
Dettagli con trattamento IP rame
Vetro Zaffiro antigraffio
Impermeabilità 10 ATM
Cinturino aggiuntivo in gomma camouflage
Cofanetto regalo
Prezzo: 399,00 €

 

Ladorian personalizza la comunicazione degli spazi fisici grazie ai dati, con un impatto del +30% sulle vendite dei vostri clienti

Ladorian è l’azienda di AI e Data Analytics che trasforma gli elementi di trasmissione di contenuti come schermi, sistemi audio o telefoni cellulari in veri e propri assistenti di vendita e informazione per ogni cliente. L’obiettivo è trasmettere il contenuto perfetto, al momento giusto, al cliente giusto.

Per fare questo, ha sviluppato un software che ha rivoluzionato la comunicazione nel retail grazie alla trasmissione di contenuti personalizzati negli spazi fisici. Il software di Ladorian non solo ottimizza la gestione e la pianificazione dei contenuti digitali nei punti vendita, ma grazie alla raccolta e all’analisi dei dati, ottimizza la comunicazione con i clienti negli spazi fisici, migliorando l’esperienza del consumatore e influenzando positivamente il business.

Contesto

Oggi, le aziende non vedono più gli Smart Data come qualcosa di molto strano, ma piuttosto come uno strumento rivoluzionario e innovativo che dà alle imprese un vantaggio competitivo senza dover investire troppo

Ladorian ha creato In-store Targeted Content, un formato di comunicazione innovativo in cui combiniamo l’uso dei dati e della business intelligence per creare contenuti digitali intelligenti nel punto vendita.

La cosa più rilevante è che il contenuto trasmesso è dinamico e si adatta al pubblico in qualsiasi momento. Un nuovo concetto che ha rivoluzionato il mondo del marketing e delle vendite permettendoci di creare e adattare contenuti personalizzati per il nostro pubblico in tempo reale.

Il contenuto intelligente viene utilizzato nella creazione di strategie di marketing con l’obiettivo di offrire messaggi personalizzati per creare esperienze uniche per ogni cliente, in ogni momento e luogo. Questo aiuta a differenziare le aziende dalla concorrenza come un marchio innovativo, migliorare la comunicazione con il pubblico e influenzare il loro processo di acquisto negli spazi fisici.

Ladorian iDs: la soluzione per trasmettere contenuti personalizzati nel punto vendita

Ladorian ha creato la prima piattaforma intelligente per trasmettere contenuti personalizzati e analisi dei dati in tempo reale. Il software Ladorian IDS è integrato in diversi supporti fisici per trasmettere le informazioni più appropriate per ogni tipo di azienda e cliente. Attraverso il suo software di gestione intelligente, Smart Data CMS e l’uso dell’intelligenza artificiale, vengono analizzati i dati offline (vendite, inventario, afflussi…) così come gli aspetti esterni che possono influenzarlo (tempo, eventi sportivi…), vengono sviluppati modelli predittivi del comportamento dei consumatori sulla base di questi dati, per attivare infine l’uso dei dati emettendo contenuti personalizzati omnichannel.

Questa soluzione offre una nuova esperienza di shopping al consumatore e garantisce al negozio un aumento delle entrate del 30%. Inoltre, la ricchezza dei dati gestiti da Ladorian iDS fornisce una business intelligence con cui le aziende possono prendere le migliori decisioni strategiche e identificare l’impatto che ogni campagna ha avuto, permettendo loro una facile gestione e una pianificazione agile dei contenuti attraverso un’unica piattaforma.

Infine, grazie alla sua soluzione integrata Smart Analytics, i suoi clienti hanno la possibilità di generare rapporti personalizzati automaticamente e in tempo reale, permettendo loro di misurare le prestazioni delle vendite promozionali, le emissioni e le diverse affluenze. Allo stesso modo, permette loro di avere una segmentazione anonima per età e sesso dei clienti che si trovano nel negozio, fare confronti con gruppi di controllo e anche diversi periodi di tempo.

DPO Academy 2021 – Corso di alta formazione per DPO

Siamo felici di informarvi che Rödl & Partner avvierà il prossimo 5 novembre 2021 la seconda edizione della DPO Academy: un corso di alta formazione suddiviso in 18 moduli, aventi a oggetto tutti gli aspetti che ciascun Data Protection Officer o professionista della privacy deve padroneggiare per svolgere al meglio il proprio ruolo.

Grazie ad approfondimenti teorici ed esempi pratici, i partecipanti avranno la possibilità di conoscere tutti gli aspetti fondamentali per esercitare al meglio il ruolo di Responsabile della Protezione dei Dati Personali: verranno affrontati temi legalitecnici ed interdisciplinari, come gli aspetti di governance, cybersecurity, intellectual property, privacy-labour compliance, audit e molto altro.

I soci della Camera avranno diritto a uno sconto del 20% sul prezzo del corso fino al 15 ottobre 2021!

DPO Academy

La DPO Academy mira a formare il Data Protection Officer, ossia la figura prevista dal Regolamento Europeo n. 2016/679 per società, organizzazioni ed enti pubblici e privati. La DPO Academy si rivolge anche ad altre figure professionali, quali responsabili e referenti privacy, responsabili IT, security manager, responsabili affari legali, compliance officer e risk manager.

Il corso vedrà la partecipazione di docenti accuratamente selezionati, tra i migliori docenti universitari e professionisti della data protection. Grazie a testimonianze concrete, case history, approfondimenti teorici ed esercitazioni pratiche, la DPO Academy mira a potenziare le competenze in ambito privacy, fornendo tutti gli strumenti per affrontare al meglio qualsiasi scenario.

Durata   5 novembre 2021 – 29 gennaio 2022

Trovate qui la brochure aggiornata contenente tutti i dettagli sul piano formativo, date e orari, tariffe.

Per richiedere ulteriori informazioni e per iscrizioni vi invitiamo a mandarci una mail all’indirizzo info@camacoes.it o chiamarci al numero +39 02861137.

L’Italia, una delle destinazioni di punta del Gruppo Iberia quest’estate

Il Gruppo Iberia (Iberia, Iberia Express, Iberia Regional e Air Nostrum) offrirà 12 destinazioni in Italia: Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Bologna, Torino, Bari, Catania, Cagliari, Olbia e Palermo.

L’Italia è una delle grandi scommesse del gruppo Iberia per questa estate, dove la compagnia aerea offrirà voli verso 12 destinazioni. Ad oggi il Gruppo Iberia vola a Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Bologna e Torino e, da metà Giugno l’offerta si amplierà a Bari, Catania, Olbia, Cagliari e Palermo.

Roma: a Giugno Iberia raggiungerà la Capitale con 18 frequenze settimanali che, da Luglio, aumentereanno a 21.

Milano: per tutta l’estate Iberia offrirà tre voli diretti giornalieri da Madrid.

Firenze: a Giugno Iberia opererà con quattro frequenze settimanali, per aumentare a frequenza giornalieria nel mese di Luglio.

Venezia: a Giugno Iberia viaggierà con 10 frequenze per raggiungere le 14 nel mese di Luglio.

Napoli: Iberia offrirà cinque voli a settimana a Giugno e aggiungerà un’ulteriore frequenza da Luglio, offrendo un volo giornaliero tranne il martedì.

Bologna: la tratta viene operata da Iberia Regional/Air Nostrum con 11 frequenze settimanali nel mese di Giugno, 14 a Luglio.

Torino: anche questa tratta viene operata da Iberia Regional/Air Nostrum con 5 frequenze settimanali durante il mese di Giugno e una connessione giornaliera nel mese di Luglio.

Oltre a queste destinazioni, Iberia volerà verso altre cinque città quest’estate:

Bari: città situata nel “tacco” d’Italia e bagnata dal mare Adriatico. Iberia inizia i voli il 21 Giugno edurante i mesi di Luglio, Agosto e Settembre offrirà tre frequenze settimanali, il lunedì, venerdì e sabato.

Catania: Iberia lancia voli per la seconda città più grande della Sicilia il 21 Giugno. Negli ultimi giorni di questo mese offrirà tre voli settimanali, che cresceranno a cinque a Luglio per diventare giornalieri nel mese di Agosto.

Olbia: il 22 Giugno è la data di inizio dei voli per questa città nel nord-est della Sardegna, sulla Costa Smeralda. Iberia inizierà con tre voli a settimana, che aumenteranno a quattro a Luglio e cinque ad Agosto, tornando a tre a settimana nel mese di Settembre.

Cagliari: Iberia Express aggiungerà la capitale della Sardegna alla sua rete di destinazioni dal 18 Giugno, con due frequenze alla settimana.

Palermo: Iberia ha programmato una frequenza settimanale dal 24 Giugno per la capitale della Sicilia. Durante il mese di Luglio ci saranno due voli alla settimana, il giovedì e il sabato, e in Agosto e Settembre ci sarà un ulteriore volo settimanale di mercoledì.

X