• Home

Noticias Socios

Leaseplan e Genoa Cfc sempre fianco a fianco dopo 11 anni di traguardi raggiunti insieme

LeasePlan.jpg

LeasePlan Italia, azienda leader nel noleggio auto a lungo termine e gestione delle flotte auto aziendali, conferma l’impegno nel mondo dello sport e consolida la collaborazione con  il Genoa Cricket and Football Club.

Gli accordi per il rinnovo prevedono la presenza come Third Jersey Sponsor di maglia, l’esposizione del logo sul retro delle divise di gioco e la qualifica di sponsor esclusivo nel settore di riferimento, per la fornitura di mezzi, servizi e la mobilità di prima squadra e comparti giovanili.

Con questa partnership LeasePlan veicola il proprio brand all’interno della formidabile vetrina del calcio e del pubblico italiano, unendosi alla società con le tradizioni più antiche e proponendo una serie di offerte con i crismi della competitività per medie e piccole imprese, professionisti e privati.

leaseplan.JPG

 

 

“Vogliamo continuare a presidiare lo sport nazionale che ci consente di parlare ad un target trasversale”, dichiara Gavin Eagle, Direttore Commerciale di LeasePlan, “siamo orgogliosi di supportare la più antica società e squadra di Calcio nella nostra nazione, in particolare nell’anno in cui LeasePlan celebra il proprio 25° anniversario di attività in Italia”.

“Siamo felici di viaggiare al top con un’azienda dal profilo internazionale e fortemente radicata nel territorio come LeasePlan, nel segno di questa progettualità tracciamo una rotta comune verso nuove mete da individuare e altre sfide da vincere”  rimarca Alessandro Zarbano, Amministratore Delegato del grifone. “Apprezziamo l’affidabilità delle flotte LeasePlan, la serietà della sua governance e le qualità di un marchio che ha fatto e farà ancora tanta strada, perché esaudisce appieno le esigenze e tiene conto delle nostre prerogative”.

LeasePlan riserva a tutti i sostenitori del Genoa Cfc una straordinaria offerta di noleggio auto a lungo termine a prezzi di favore: a partire da 235 euro al mese per Nissan Micra e 295, sempre su base mensile, per Opel Astra. Per tutti i dettagli è possibile consultare il contact center al n° 06 8979 8979. 

 

IESE: Open Day Advanced Management Program

IESE_logo_web.png

 

Are you ready to navigate today’s competitive global market?

Do better business with a broader vision and the tools to lead your company to new levels of success.

Meet the AMP.

 

iese.JPG

 

For more information click here

Nuovo Operations Director in LeasePlan Italia

LeasePlan_v3.jpg

 

A decorrere dal 18 aprile 2017 Pedro Arroyo de Baro assume l’incarico di Operations Director di LeasePlan Italia, azienda leader nel noleggio a lungo termine e gestione flotte aziendali.

Pedro è di nazionalità spagnola e ha maturato una consolidata esperienza professionale in ambito operativo e commerciale.

A seguito di un lungo impegno in una multinazionale olandese nel settore dei rivestimenti automobilistici, dapprima in qualità di Direttore Commerciale e poi di General Manager di una Business Unit, approda in LeasePlan Spagna affermando la sua leadership nell'area Maintenance per ben dieci anni, esperienza che gli ha permesso di consolidare le sue competenze nei processi operativi, sia dal punto di vista tecnico che manageriale. La sua professionalità viene nuovamente confermata nel 2014 con la nomina al ruolo di Business Development Manager di LeasePlan Spagna.

Ha dichiarato Alfonso Martinez, Amministratore Delegato di LeasePlan Italia, “Il trascorso professionale di Pedro e la sua personalità gli permetteranno di ricoprire questo nuovo ruolo con passione e determinazione con l’obiettivo di garantire un servizio sempre migliore ai clienti”.

 

Foto_PedroArroyodeBaro_v2.jpg

Pedro Arroyo de Baro,  Operations Director di LeasePlan Italia

 

Per maggiori informazioni contattare:

Ufficio Stampa LeasePlan Italia SpA.

GDN Marketing & Comunicazione - Gianpiero De Nigro Tel. +39 338 1709056

e-mail: ufficiostampa@leaseplan.it

EVIVA: Efficienza energetica ed obiettivi comunitari: l’Italia mostra la strada

Logo-Eviva_002.jpg

 

L'ITALIA SECONDA NEL MONDO IN TERMINI DI EFFICIENZA ENERGETICA, IN LINEA CON LE DIRETTIVE DELLA COMMISSIONE EUROPEA

L’Unione Europea ha posto alcuni obiettivi per il 2020 in termini di efficienza energetica, per ridurre i consumi di energia primaria del 20% rispetto al 2007: questa mossa risulta essere un tentativo volto a combattere i cambiamenti climatici che preoccupano non poco la comunità internazionale. L’Italia, in termini di efficienza energetica mostra una condotta estremamente positiva, piazzandosi al secondo posto, a pari merito con il Giappone e seconda solo alla Germania, nella classifica stilata dall’American Councilfor an Energy-Efficient Economy (ACEEE).

Per assicurarsi il successo nel settore, il nostro Paese ha deciso di fare ricorso ad alcune misure particolarmente efficienti: i Certificati Bianchi, vale a dire titoli scambiabili sul mercato che dimostrano il risparmio ottenuto grazie ad interventi di efficienza energetica e che hanno avuto un successo incredibile nel settore industriale, incrementando notevolmente il risparmio energetico; le Detrazioni Fiscali, dedicate al settore civile, sia pubblico che privato, che hanno registrato circa 300.000 richieste nel 2014; il Conto Termico, cioè la disposizione di contributi per realizzare interventi atti ad incrementare l’efficienza energetica.

Ma vediamo un attimo dove tutto questo affonda le sue radici: nonostante la tematica inizi a farsi sentire negli anni ’90, è con il Decreto Legislativo 104 del 2014 che viene stabilmente recepita nel nostro Paese. Una forte spinta hanno ricevuto questi sforzi grazie al supporto della Commissione Europea, che nel 2016 ha lanciato il Winter Package, volto a sistematizzare le norme in materia, in particolare quelle relative all’efficienza energetica ed alla prestazione energetica degli edifici.

Le modifiche alle direttive in termini di efficienza energetica attuate dalla Commissione hanno come obiettivo principale assicurarsi che i target vengano raggiunti, renderle più semplici da recepire a livello nazionale e concentrare l’attenzione sul consumatore. Le direttive relative alle prestazione energetica degli edifici, a loro volta, hanno subito variazioni che prevedono strategie di ristrutturazione di lungo termine e tecnologie smart per l’efficientamento energetico degli edifici, oltre alla promozione della e-mobility, vale a dire la mobilità ecosostenibile.

L’Italia non può che trarre beneficio da queste misure comunitarie e farne tesoro utilizzandole come guida ed ispirazione per un percorso verso l’efficienza energetica che il nostro Paese ha già imboccato nel migliore dei modi.

 

eviva.JPG

www.evivaenergia.com

Nuova brand identity per LeasePlan

LeasePlan_v3.jpg

 

In occasione del prossimo incontro del Genoa prende vita allo Stadio Ferraris la nuova brand identity di LeasePlan.

13 aprile 2017 - Dopo l’annuncio del nuovo Brand a livello globale con la pubblicazione dell’Annual Report 2016, anche le maglie del Genoa, di cui LeasePlan Italia è Third Jersey sponsor, adottano la nuova grafica.

Simeone_maglia_Genoa.jpg

 

La nuova identità vuole trasmettere flessibilità, modernità ed energia che si esprime nell’audace slogan: “What’s next?”. Questa domanda esprime la nostra visione all'avanguardia dell'innovazione nel nostro settore, e comunica la nostra genuina curiosità per le tendenze e le tecnologie che stanno plasmando il nostro futuro.

La nuova Brand Identity di LeasePlan cattura il “momentum” di un viaggio, un’espressione di energia che emerge dalla predisposizione ad andare avanti, di percorrere una strada innovativa. L’elemento grafico della “journey line” consente di costruire un forte legame emotivo tra i nostri clienti e il nostro business, e rafforza la nostra attenzione sul futuro, verso cui siamo rivolti.

In anteprima italiana per la partita Genoa-Lazio di sabato 15 aprile, le nuove grafiche e il nuovo logo saranno visibili allo Stadio Ferraris di Genova e sulle maglie dei giocatori.

 

 

Per maggiori informazioni contattare:

Ufficio Stampa LeasePlan Italia SpA.

GDN Marketing & Comunicazione - Gianpiero De Nigro Tel. +39 338 1709056

e-mail: ufficiostampa@leaseplan.it

Noda Studio diventa ufficialmente Andersen Tax & Legal

noda.jpglogo_02.png

 

 

Noda Studio perfeziona la sua partnership internazionale con Andersen Global cambiando ufficialmente nome.

Conoscete da tempo la nostra partnership in Andersen Global, l’associazione internazionale di studi professionali creata nel 2014 da Andersen Tax negli Stati Uniti.

Sin dal 2014 Noda Studio è parte di Andersen Global e il nostro studio è stato coinvolto in prima persona nell’ampliamento del gruppo, oggi presente in 62 sedi e con oltre 1.800 dipendenti nel mondo. L'espansione internazionale di Andersen Global è ispirata dall’impegno a garantire copertura internazionale coerente e servizi eccellenti.

Andersen Global è stata fondata su valori fondamentali: i clienti in primo luogo, l’impegno, l’approccio “one firm” con servizi coerenti e omogenei, la trasparenza e una tradizione di qualità. L’espansione internazionale è ispirata dall’impegno a fornire un servizio eccellente e integrato ovunque.

A compimento della partecipazione in Andersen Global, siamo lieti di annunciarvi il cambio del nome da Noda Studio ad Andersen Tax & Legal. Il nuovo marchio viene ufficialmente adottato anche negli altri nostri uffici europei.

Certi di poter offrire servizi ancora migliori con la dedizione di sempre, cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti.

visita il nostro sito >>

visita il nostro profilo LinkedIn >>

 

 

The culmination of fulfillment of Noda Studio as a member firm of Andersen Global is our official name change from Noda Studio to Andersen Tax & Legal

As you know, Noda Studio is a member firm of Andersen Global. Andersen Global is an international association of member firms created in 2014 by Andersen Tax in the U.S.

Noda Studio joined Andersen Global in 2014 and has been involved in expanding Andersen Global to a presence in more than 62 locations and more than 1,800 employees worldwide. The international expansion of Andersen Global is inspired by a commitment to providing seamless, best-in-class client service worldwide.

Andersen Global was founded on its core values – clients first, stewardship, a “one firm” concept with seamless service, transparency and a firm whose origins are based upon quality. The global expansion is a by-product of its outstanding client service.

As such, the culmination of fulfillment of Noda Studio as a member firm of Andersen Global is our official name change from Noda Studio to Andersen Tax & Legal. The new name is formally adopted also in other European countries.

We look forward to many more years of quality service and dedication to our clients.

visit our website >>

visit our LinkedIn page >>

 

 

Andersen Tax & Legal Italia

newsletter@andersentaxlegal.it

www.andersentaxlegal.it

           

Milano

via V.Monti, 8 - 20123 Milano

tel. + 39 02 48 10 04 71

info.milano@andersentaxlegal.it           

Roma

via Crescenzio, 16 - 00193 Roma

tel. + 39 06 77 20 66 26

info.roma@andersentaxlegal.it

Venezia

San Marco, 2757 - 30124 Venezia

tel. + 39 041 52 04 488

info.venezia@andersentaxlegal.it

Brescia

via A.Moro, 5 - 25124 Brescia

tel. + 39 030 22 12 64

info.brescia@andersentaxlegal.it

Monza

via Italia, 46 - 20900 Monza

tel. + 39 039 27 52 819

info.monza@andersentaxlegal.it

 

Premio LOY: Studio Legale Menichetti riceve la menzione d'eccellenza di “Studio diritto del lavoro – banking” 2017

menichetti.png

 

Nel corso dell’assegnazione del Premio LOY “riconoscimento d’eccellenza nel settore bancario e finanziario italiano” tenutasi venerdì 31 marzo 2017 a Palazzo Mezzanotte, Lo Studio Legale Menichetti ha ricevuto la menzione  d’eccellenza di “Studio diritto del lavoro – banking” 2017, con la seguente motivazioneL'elevata qualità specialistica, la trasparenza, la puntualità e il know-how dei suoi professionisti ne fanno uno tra i punti di riferimento del diritto del lavoro del settore bancario”.

Tale ambito riconoscimento va ad aggiungersi ai numerosi premi vinti negli ultimi anni dallo Studio Legale Menichetti nel settore del diritto del lavoro.

 

 

logo_LOY_menzione_menichetti.png

Per maggiori informazioni sul Premio LOY clicca qui

LeasePlan e Uber entrano in una collaborazione pan-europea

Leaseplan.jpg

27 Marzo 2017 - LeasePlan, multinazionale leader nella gestione delle flotte aziendali e nelle soluzioni per la mobilità e Uber, azienda leader di ride-sharing, amplieranno l’attuale collaborazione in Portogallo, Francia e Paesi Bassi a un livello paneuropeo. Le società hanno firmato un memorandum d'intesa che afferma che LeasePlan renderà disponibile una soluzione completa di noleggio a lungo termine ai partner-conducenti Uber in tutta Europa. La proposta Uber di LeasePlan consiste in un ampio pacchetto di servizi, dalle riparazioni e la manutenzione fino all’assicurazione - che consente agli automobilisti Uber di concentrarsi sul proprio core business.

Il Ride-sharing consente alle persone in tutto il mondo di usufruire di un trasporto in un modo sicuro, conveniente e affidabile. Questo nuovo sviluppo ha un notevole impatto sul miglioramento della mobilità in tutto il mondo. Uber, attiva in oltre 100 città in Europa, è la forza trainante dietro questa tendenza e ha identificato LeasePlan come fornitore di veicoli di locazione per i conducenti che desiderano accedere a opportunità economiche attraverso la app Uber. "Ogni settimana, Uber collega decine di migliaia di conducenti in tutta Europa offrendo opportunità economiche con il semplice tocco di un pulsante. Ma a volte l'accesso a una macchina può essere difficile. Con questa partnership, vogliamo assicurare ai conducenti di essere in grado di ottenere le migliori offerte sul mercato e rendere la guida con l'applicazione Uber più semplice possibile", afferma Pierre-Dimitri Gore-Coty, Responsabile EMEA di Uber.

La crescente popolarità della mobilità on-demand sta portando a opportunità di crescita significative per LeasePlan. L’azienda è ben posizionata per diventare leader nella fornitura di servizi di gestione flotte per il settore ride-hailing. "Il core business di Uber consiste nel connettere i conducenti con i passeggeri attraverso una tecnologia avanzata", dice Tex Gunning CEO di LeasePlan. "Fornire le auto e il loro mantenimento su strada è la nostra expertise, quindi siamo molto ben posizionati per aiutare i conducenti a soddisfare le loro necessità”.

In Portogallo, centinaia di conducenti che usano la app Uber hanno già preso a noleggio un veicolo LeasePlan. In Francia e nei Paesi Bassi la collaborazione tra LeasePlan e Uber è appena iniziata. Nel corso del 2017 anche i partner-conducenti in 23 paesi europei saranno in grado di beneficiare delle soluzioni di mobilità senza pensieri di LeasePlan.

 


lsuber.JPG

 

 

 

Per ulteriori informazioni:

Eveline Rogier T: +31 (0)36 529 3578 M: +31 (0)6 125 84 309

Herbert van Zijl T: +31 (0)36 529 3091 M: +31 (0)6 1138 5613

E: media@leaseplan.com

Ufficio Stampa LeasePlan Italia SpA. - GDN Marketing & Comunicazione

Gianpiero De Nigro Tel. +39 338 1709056

e-mail: ufficiostampa@leaseplan.it

 

 

EDICOM: Spagna implementa un nuovo sistema elettronico obbligatorio per la gestione dell’IVA

EDICOM.jpg

Il conosciuto come Sistema de Suministro Inmediato de la Información (SII), cioè l’Invio Immediato d’Informazione, è il nuovo modello sviluppato dalla AEAT per la gestione elettronica dei registri IVA.

Questo nuovo sistema obbliga l’emissione e la dichiarazione elettronica dei dettagli delle fatture emesse e ricevute in un termine massimo di 4 giorni lavorativi (in via del tutto eccezionale questo termine si allunga fino a 8 giorni lavorativi nel primo semestre di entrata in vigore del sistema).

Chi riguarderà e come funziona

Il nuovo obbligo fiscale riguarderà oltre 62.000 aziende. Si tratta di quei soggetti passivi che attualmente hanno l’obbligo di autoliquidare l’IVA ogni mese, tra cui:

  • Le grandi aziende (con una fatturazione annuale superiore a € 6.010.121,04).
  • I gruppi societari identificati ai fini dell’IVA.
  • I soggetti che aderiscono al Rimborso Mensile (ReDeMe).
  • Tutte le aziende che decidono di aggregarsi volontariamente a questo nuovo modello per la gestione dell’IVA.

Le aziende dovranno adottare il sistema SII, che entrerà in vigore dal 1 luglio 2017 e che stabilirà un nuovo modello di gestione dell’IVA basato sull’invio delle informazioni relative alle operazioni commerciali in tempo reale.

Dopo ogni fatturazione i contribuenti devono inviare all’Agenzia delle Entrate un estratto delle informazioni relative alle fatture emesse e ricevute. Il nuovo sistema cerca di sincronizzare il momento della registrazione o contabilizzazione delle fatture a quello della realizzazione effettiva dell’operazione economica.

Il dettaglio delle operazioni verrà dichiarato sotto forma di registri IVA elettronici in un formato XML regolato dalla AEAT. I dati che dovranno essere presenti sono:

  • Registro delle fatture emesse
  • Registro delle fatture ricevute
  • Registro dei beni d’investimento
  • Registro di determinate operazioni intracomunitarie

Le soluzioni EDICOM consentono di automatizzare l’emissione dei registri a partire dalla registrazione delle fatture emesse e ricevute contenute nel suo sistema di gestione. È un processo trasparente, in grado di adattarsi al sistema informatico con semplici proposte di integrazione. Inoltre offre una connettività diretta con la AEAT mediante servizi web, per una consegna certificata dei registri e una ricezione delle notifiche di status trasmessi dall’Agenzia delle Entrate.

edicomsii.JPG

DENTONS: Guida “Investing in renewable energy projects in Europe”

Dentons_Logo_Purple_RGB_300_png.jpg

Dentons è lieto di presentarvi l’ultima edizione della sua guida “Investing in renewable energy projects in Europe”, pubblicazione realizzata insieme a Recharge, provider globale per notizie e intelligence nel settore delle energie rinnovabili.

Il capitolo sull’Italia è curato da Matteo Falcione, partner presso l’ufficio di Milano di Dentons e responsabile della practice italiana di Energy.

Il mercato delle energie rinnovabili non è mai fermo. I progressi tecnologici e la crescente diffusione di procedure di gare competitive hanno portato a livello globale una riduzione dei costi. Cambiamenti nelle condizioni politiche ed economiche possono innescare modifiche normative che trasformano dall’oggi al domani il clima e l’approccio di un Paese rispetto ai  progetti nel settore delle rinnovabili – e non sempre per il meglio. 

L’edizione 2017 della guida di Dentons  “Investing in renewable energy projects in Europe” mette in luce, con sintetiche ed esaustive Schede Paese, gli sviluppi normativi chiave e presenta delle istantanee sul futuro per i progetti nel settore delle energie rinnovabili in 16 Paesi in Europa e in Asia centrale.

dentons.jpg

 

Scarica la guida "Investing in renewable energy projects in Europe" cliccando qui

BLISS: L'importanza di pianificazione per un'azienda

1.png

Oggi vorrei parlarti di cosa succede dopo che accetti un preventivo per un Trasloco Internazionale.

Soprattutto vorrei farti capire perché è importante la Pianificazione in un Trasloco di questo tipo e che differenza c’è quando l’azienda scelta cura ogni dettaglio del trasloco e quando, invece, lascia il cliente in balia degli eventi.

La maggior parte dei clienti che firma un contratto di trasloco internazionale si domanda:

  • Come funzionerà la dogana?
  • Quanto tempo impiegherà la merce ad arrivare a destinazione?
  • Posso imballarmi qualcosa da solo, ad esempio la biancheria, prima della data del trasloco?
  • Chi risponderà di eventuali danni?

Il tuo IMC – International Moving Consultant – è lo specialista che coordinerà il tuo trasloco dalla A alla Z e sarà in grado di darti tutte le risposte di cui hai bisogno.

MA COSA FA NELLO SPECIFICO UN IMC E CHE VANTAGGI OTTERRAI DALLA PIANIFICAZIONE MINUZIOSA DEL TRASLOCO?

Le prime operazioni che compie un IMC sono:

  •          richiedere tutti i documenti necessari al cliente;
  •          inviare un modulo da compilare per l’assicurazione, molto importante se si desidera tutelare i propri beni. Sto parlando del “Bliss Protection Plan” e del VIL, “Valued Inventory List”.

Trattandosi di Traslochi Internazionali e spesso Intercontinentali, un’azienda di Traslochi ben strutturata dovrà necessariamente far parte di alcune associazioni di categoria e reti di partner in tutto il mondo. In questo modo si potrà fornire la stessa qualità del servizio al cliente sia all’origine in Italia che alla destinazione ovunque nel mondo.

Dopo la richiesta di documenti, l’IMC metterà in contatto il cliente con il suo partner a destinazione che potrà così fornire altre informazioni ed espletare le formalità doganali.

Circa 10/15 giorni prima del trasloco vero e proprio, l’azienda invierà al cliente dei documenti di conferma con le date provvisorie del trasporto e si accorderà per la data del servizio.

COSA OFFRE BLISS AL CLIENTE?

Oltre al sistema di gestione della qualità che permette di ottimizzare i processi interni, Bliss ha dei servizi al cliente per accompagnare la famiglia durante il trasferimento:

  • Bliss Smart Planning™: è l’esclusivo documento di pianificazione che viene inviato dall’IMC al cliente nelle fasi iniziale del trasloco, nel quale saranno indicate tutte le informazioni principali della spedizione;
  • Bliss World Gateway™: si tratta di una piattaforma online utilizzabile da computer e smartphone e accessibile 24 ore su 24. All’interno del Bliss World Gateway, il cliente potrà rimanere aggiornato sullo stato della spedizione e potrà accedere a contenuti e documenti esclusivi e di supporto.

PER CONCLUDERE

Avrai capito che la Pianificazione è una delle parti più importanti di un Trasloco Internazionale. Non solo… Non basta pianificare, ma c’è bisogno di comunicazione costante con il cliente, per mantenerlo sempre aggiornato sullo status del trasloco.

Quando devi scegliere un’azienda per il tuo trasferimento, fai attenzione a come comunica in fase di preventivo e controlla online il suo sito internet e le recensioni. Attraverso questi indicatori potrai capire se ti stai affidando ad un’azienda seria!

 

 

Federico Presta

Marketing & New media

Bliss Corporation

Bliss Pet Services all'European Regional Meeting IPATA

bps.png

Lo scorso 25 marzo a Vienna si è tenuto l'European Regional Meeting. Un evento organizzato da IPATA, la principale associazione internazionale per quanto riguarda la spedizione di animali domestici all'estero. La nostra società, Bliss Pet Services, leader nel mercato Italiano e presente in Europa con 5 uffici ha preso parte alla conferenza rappresentata dal President & CEO Francesco Argirò e da Federica Paniccia, Pet Travel Specialist.

La conferenza si è rivelata una grande opportunità di aggiornamento e sviluppo conoscenze riguardo alle regolamentazioni Europee e agli standard di settore che sono in continuo aggiornamento. Inoltre c'è stata la possibilità di incontrate partner/collaboratori e rinforzare il Brand BLISS nel mercato europeo. Il continuo aggiornamento è la chiave per fornire standard elevati nei settori nei quali operiamo.

The European Regional Meeting was held in Vienna on last 25th March.  This event was organized by IPATA, the most important association in the shipment abroad of pets. Our company, Bliss Pet Services, leader in the Italian market and present in Europe with 5 offices, attended the conference and was represented by Francesco Argirò and by Federica Paniccia, respectively its President & CEO and Pet travel specialist.

The conference revealed itself to be a great opportunity for updating and developing knowledge with regard to the continuous updating of European regulations. Moreover, we had the opportunity to meet partners/collaborators and strengthen the BLISS Brand on the European market. The continuous updating is the key to the provision of elevated standards within the fields we operate.

 17498941_1414018681995393_9110594612137310018_n.jpg

Federica Paniccia, Pet Travel Specialist Francesco Argirò – CEO & President of Bliss Moving & Logistics

DENTONS ALERT: Private enforcement. Violazioni antitrust: approvato il D.Lgs. 3/2017

Dentons_Logo_Purple_RGB_300.png

Dentons ha il piacere di condividere il contributo redatto dai soci Michele Carpagnano e Sara Biglieri in merito ai contenuti del Decreto Legislativo n. 3/2017 che è stato approvato il 3 febbraio.

Il Decreto recepisce la Direttiva 2014/104/UE sul private enforcement e prevede una specifica disciplina per le azioni di risarcimento del danno da violazione del diritto della concorrenza.

Il Decreto regola i meccanismi di acquisizione delle prove, stabilisce l’efficacia vincolante delle decisioni delle Autorità di concorrenza e chiarisce le regole applicabili alla prescrizione. Competenti per questo tipo di azioni sono le Sezioni Specializzate in materia di Impresa di Milano, Roma e Napoli.

Leggi l’articolo completo

I partner di Dentons Michele Carpagnano e Sara Biglieri sono a completa disposizione per fornire maggiori informazioni ed approfondimenti sull’impatto operativo della nuova normativa

                    Michele_Carpagnano.jpg                                 Sara_Biglieri.jpg

                    Michele Carpagnano                                        Sara Biglieri

                       Partner, Roma                                               Partner, Milano

              Responsabile della Practice di                      Responsabile della Practice di  
                Competition & Antitrust                                     Litigation & Arbitration
          michele.carpagnano@dentons.com                    sara.biglieri@dentons.com

EDICOM: Leader tecnologico per l’EDI nel Retail

EDICOM.JPG

EDICOM è uno dei leader di soluzioni EDI (Electronic Data Interchange) per il settore Retail in Europa.

La nostra forte posizione internazionale, supportata da una potente infrastruttura di comunicazioni, ci permette di collegare i nostri Clienti con i maggiori retailers italiani ed esteri, garantendo uno scambio sicuro di documenti commerciali e logistici.                                            

Parar mayor información click aquí

LeasePlan ed Europ Assistance: nasce “Scooter Service” per il servizio si dépannage veloce

Leaseplan.jpg

Il tecnico arriva in scooter: le aree metropolitane di Milano e Roma saranno coperte dall’innovativo servizio che renderà più rapida l’assistenza stradale per tutti i Clienti LeasePlan

Spostarsi nelle grandi metropoli diventa sempre più complesso nonostante i diversi interventi avviati per rendere più vivibili le nostre città. In particolare per i mezzi di soccorso è sempre più difficile muoversi in modo tempestivo ed efficace tra divieti, parcheggi selvaggi e incolonnamenti.

LeasePlan ed Europ Assistance, nella ricerca continua di soluzioni innovative e di valore per i propri Clienti, hanno sviluppato per i Clienti LeasePlan un servizio di dépannage tramite scooter, con l’obiettivo di ottimizzare l’assistenza stradale a seguito di un fermo.

La Compagnia del Gruppo Generali, leader in Italia nell’Assistenza privata, grazie alla sua Centrale Operativa attiva 24h, alla capacità di intervento e capillarità di un network certificato, mette a disposizione nelle aree metropolitane di Roma e Milano, veloci scooter per raggiungere l’automobilista in difficoltà, riducendo così i tempi di intervento. Il tecnico a bordo della moto può così effettuare interventi immediati sul posto come, ad esempio, riavviare la batteria con il booster.

Il servizio, attivo nei giorni feriali dalle 8:00 alle 19:00 ed il sabato dalle 8:00 alle 14:00, sarà gestito dalla Centrale Operativa di Europ Assistance che, in base ad alcune veloci domande, deciderà se attivare lo “scooter service” o l’intervento del carro attrezzi.

Dichiara Alfonso MartinezAD di LeasePlan, “Abbiamo voluto dare un ulteriore servizio ai nostri Clienti e Europ Assistance è stato il partner che si è dimostrato da subito reattivo e professionale nell’avviare questa partnership. Un servizio, tra l’altro, che va incontro anche alle esigenze di riduzione del traffico dei mezzi pesanti e che rappresenta una efficace e concreta iniziativa per il rispetto ambientale”.

Dichiara Bruno ScaroniCEO di Europ Assistance Italia, “Sviluppare soluzioni innovative per i business partner fa parte del nostro dna e, soprattutto in tema di mobilità, siamo da sempre molto attenti a soddisfare e superare le aspettative dei Clienti. E’ per questo motivo che abbiamo colto con entusiasmo l’opportunità offerta da un partner di valore come LeasePlan per concepire un servizio che ha l’ambizione di migliorare la qualità della vita delle persone e delle città stesse.”

leaseplan_2.JPG

Nota alla foto: nell’immagine, in piedi Franco Oltolini, Direttore Operations di LeasePlan Italia, e sullo scooter Valerio Chiaronzi, Chief Commercial Officer di Europ Assistance.

Per maggiori informazioni contattare: Ufficio Stampa LeasePlan Italia SpA.

Gianpiero De Nigro Tel. +39 338 1709056

e-mail: ufficiostampa@leaseplan.it

Informazioni su LeasePlan Italia

LeasePlan Italia opera nel settore del noleggio a lungo termine e gestione delle flotte aziendali, con soluzioni consulenziali personalizzate per aziende di ogni dimensione.

LeasePlan Italia gestisce una flotta di oltre 116.000 veicoli su strada, con una quota di mercato del 19%, un fatturato di 800 milioni di euro e impiega oltre 500 dipendenti, con presenza su tutto il territorio nazionale.

LeasePlan Italia è controllata da LeasePlan Corporation, operatore leader a livello mondiale, con oltre 1,62 milioni di veicoli gestiti in 33 differenti paesi.

LeasePlan Corporation N.V. è interamente controllata da LP Group B.V., che rappresenta un consorzio composto da un gruppo di affidabili investitori di lungo termine.

Il consorzio include uno dei principali gestori di fondi pensionistici olandesi, PGGM, il maggior fondo pensionistico danese ATP, GIC, Luxinva S.A., una società interamente di proprietà dell’Autorità per gli Investimenti di Abu Dhabi (ADIA) e alcuni fondi d’investimento gestiti dalla società TDR Capital LLP.

MELIÁ MILANO: Il giorno più romantico dell'anno con Meliá Milano

Per il giorno più romantico dell’anno regala (e regalati) un’esperienza da sogno al Meliá Milano.  Scegli di passare la notte di San Valentino in una camera The Level: potrai farti coccolare nella spa dell’hotel, goderti tutti i comfort dell’esclusivo The Level Lounge, e in fine concederti un aperitivo con flûte di bollicine e ostriche al Jigger Food & Cocktail Bar. Per maggiori informazioni sul pacchetto: booking.milano@melia.com, 0244406604. Offerta valida solo per 14, 17 e 18 febbraio 2017.

melia.jpg

IESE: 5 Business Trends for 2017

IESE.png

IESE Business School: :At IESE Business School, we are constantly striving to support our clients and alumni with expert knowledge from our top faculty. Clearly, 2017 will be a year full of challenges and opportunities. We have asked IESE Professors to filter out the five most significant business trends for you. We invite you to find out more about IESE and our approach to leadership development, clicking here



PARK HYATT: Il Pranzo della Domenica, il nuovo Brunch di Park Hyatt Milano

E' tornato il Brunch al Park Hyatt Milano, con una formula che ricorda il pranzo domenicale classico italiano e le sue ricette storiche. 

Ogni domenica il menù ha un tema diverso, sempre dedicato ad un prodotto stagionale e a ricette tradizionali, rustiche e di grande sapore delle regioni italiane.

Il calendario prevede:

22 gennaio:      Pasta e Riso

29 gennaio:      Emilia Romagna

5 febbraio:        Dal nord al sud

12 febbraio:      Tuberi e Tartufo Nero*

19 febbraio:       Abruzzo

26 febbraio:      Cucina di Montagna

5 marzo:           Lazio

12 marzo:         Il mare e la terra

19 Marzo:          Liguria

26 Marzo:          Il pesce…d’acqua dolce e non…

2 Aprile:            Basilicata e Calabria

9 Aprile:            Umbria  e Molise

16 Aprile:          Il Pranzo di Pasqua**

23 Aprile           La Primavera …

7 Maggio           Le Isole “Sicilia e Sardegna”

14 Maggio         Viva la Mamma

park_hyatt_menu.jpg

Para mayor información sobre los menús y los precios click aqui

AIR EUROPA introduce il trasporto VIP

air_europa.png

Prosegue l’impegno del vettore spagnolo per migliorare i servizi, non solo a bordo ma anche a terra, offrendo ai passeggeri un’esperienza di viaggio di qualità.

Con Air Europa, l’esperienza di viaggio comincia ancora prima della partenza grazie al nuovo servizio di trasporto VIP dedicato ai passeggeri di Business Class che effettuano un volo intercontinentale.

Il servizio, completamente gratuito ed offerto da Air Europa, prevede il trasporto in auto di lusso con conducente dal domicilio o dall'hotel fino all’aeroporto di partenza, e viceversa.

Per usufruire dell’esclusivo servizio di trasporto VIP, prenotabile fino a 48 ore prima della partenza, è necessario essere in partenza dagli aeroporti di Milano Malpensa o Roma Fiumicino ed essere in possesso di un biglietto di lungo raggio in una delle tariffe di Business Class dedicate. Inoltre, eventuali accompagnatori potranno fare uso del servizio purché viaggino con Air Europa e non venga superato il numero massimo di tre passeggeri per auto.

Air Europa pensa sempre al benessere dei suoi passeggeri, non solo in volo ma anche a terra. L’introduzione del trasporto VIP rappresenta un ulteriore passo in avanti nel processo di espansione e modernizzazione che ha intrapreso il vettore iberico, che desidera affermarsi come una delle migliori e più moderne compagnie aeree al mondo.


About Air Europa
Air Europa è una compagnia aerea controllata dalla holding Globalia Corporación, il maggior gruppo turistico di Spagna.
Il suo network comprende 92 destinazioni in 30 paesi. Dall’Italia, Air Europa effettua un doppio servizio giornaliero per l’hub di Madrid da Milano Malpensa e Roma Fiumicino, quest’ultimo collegato anche con tre voli giornalieri in codeshare con Alitalia. Ottime sono le coincidenze per le 20 destinazioni long-haul in Nord America, Sud America e Caraibi: Buenos Aires, Cordoba, Montevideo, Santa Cruz de la Sierra, Lima, San Paolo,

Air Europa - Ufficio stampa per l’Italia:
Go Up Communication
Email: elisa.eterno@goup.it
Mobile: +39 335 7323996
Salvador de Bahia, Caracas, Asunción, Santo Domingo, Punta Cana, l’Havana, San Juan de Portorico, Cancun, Bogotà, Guayaquil, San Pedro Sula, Miami, New York e Boston e per le Isole Baleari e Canarie.
Fondata nel 1986, oggi è il secondo vettore di Spagna con circa 10 milioni di passeggeri trasportati nel 2014 e un fatturato globale di circa 1.800 milioni di euro e una delle più moderne compagnie aeree d’Europa.
Rinomata per la capacità di garantire servizi di elevata affidabilità e qualità, è la compagnia aerea spagnola con il maggior numero di certificazioni di qualità, sicurezza e manutenzione.
La flotta di Air Europa, tra le più moderne dei cieli, è attualmente composta da 51 aeromobili: 15 Airbus A330, 20 Boeing 737-800 di cui due modello Sky Interiors, 11 Embraer 195 e 5 Boeing 787-800 Dreamliner.
Nel 2007 la compagnia è entrata a far parte di SkyTeam, una delle più grandi alleanze del mondo.

MAGNUS CMD: Energia pulita per tutti gli europei: Sarà il 2017 l'anno della svolta per l'Unione Energetica Europea?

logo_magnus.png

Lo scorso 30 novembre 2016 la Commissione Europea ha presentato il piano inerente al raggiungimento dell’Unione Energetica Europea, puntando a un’accelerazione della transizione all’energia pulita e alla stimolazione della crescita attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro.

Il piano, chiamato “Energia pulita per tutti gli europei”, delinea la strategia energetica dell’Unione per l’orizzonte temporale 2021-2030.

La proposta include diverse direttive e comunicazioni esortative che devono ancora essere discusse dal Parlamento Europeo, ma le misure della Commissione sembrano puntare ad una transizione globale irreversibile all’energia pulita, con l’UE in veste di leader.

Il pacchetto, a parte offrire una legislazione in materia di efficienza energetica ed energie rinnovabili, ha anche lo scopo di progettare il futuro dei mercati elettrici dell’Unione, proponendo nuove regole di governance.

MAGNUS.jpg

I tre obiettivi principali fissati dalla Commissione nel, cosiddetto, “Winter Package” sono:

  • Il raggiungimento di una leadership globale nel settore delle energie rinnovabili
  • Il raggiungimento dell’obiettivo del 30% di efficienza energetica
  • La tutela dei consumatori

Il pacchetto include una direttiva per le energie rinnovabili migliorata, che impone alll’Europa il raggiungimento  dell’obiettivo del 27% del consumo energetico proveniente da fonti rinnovabili entro il 2030.

La spinta piú forte, è legata ai settori del riscaldamento e dei trasporti in cui la penetrazione delle energie rinnovabili è finora stata deludente, rispetto ai successi raggiunti nel settore elettrico. L’obiettivo dichiarato é quindi quello di  raggiungere il suddetto target, con quasi la metá del contributo proveniente dai settori del riscaldamento e del raffreddamento.

MAGNUS_1.png

Per quanto riguarda l’obiettivo di efficienza energetica, diverse sono state le  misure proposte dalla Commissione per favorire il suo raggiungimento:

  1. Creazione della struttura legislativa per promuovere un miglioramento generale dei livelli di efficienza energetica;
  2. Miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici;
  3. Finanziamento per l’efficienza energetica, attraverso le attivitá di restauro e l’introduzione di tecnologie smart, legate a strumenti di performance.
  4. Miglioramento del rendimento energetico dei prodotti (Ecodesign) e un aumento del grado di informazione dei consumatori (etichettatura energetica);

Secondo la Commissione, la legislazione sull’efficienza energetica sbloccherebbe il risparmio energetico, fomentando la crescita economica grazie ai nuovi investimenti UE, e permettendo cosí la creazione di nuovi posti di lavoro.

La Commissione ha proposto un livello obiettivo vincolante del 30% per l’efficienza energetica, da raggiungere entro il 2030. Questa misura si tradurrebbe in una riduzione del 30% del consumo energetico dell’Unione, estendendo l’obiettivo del 20% da raggiungere nel 2020, impostato nel 2007.

Nel caso che questi obiettivi di efficienza vengano effettivamente raggiunti, ci sarebbe da interrogarsi riguardo il futuro dei prezzi del carbonio nel sistema ETS.

Il sistema ETS fornisce al giorno d’oggi incentivi molto deboli per sistemi di generazione a basse emissioni di carbonio, ed é difficile pensare possa sopravvivere a un ulteriore indebolimento.

Gli obiettivi fissati sulle energie rinnovabili e l’efficienza energetica, vanno di pari passo con gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra, fissati dall’accordo di Parigi della Cop21.

Il momento risulta particolarmente propizio, considerato che l’UE potrá ora dimostrare che gli obiettivi di decarbonizzazione e la lotta al cambiamento climatico sono rimasti invariati nonostante il cambiamento della politica proposto dal nuovo Presidente USA, Donald Trump.

Considerata anche la progressiva elettrificazione della economia dell’Unione, uno degli obiettivi fissati dalla Commissione é stato quello della decarbonizzazione della produzione di energia elettrica.

É ormai chiaro che, nonostante l’eccesso di capacità su cui puó contare la UE nel suo insieme, sussistono preoccupazioni diffuse a causa della mancanza di meccanismi di stoccaggio: non c’è ancora abbastanza generazione baseload proveniente da fonti rinnovabili per garantire la sicurezza di approvvigionamento, né vi sarà nel prossimo futuro.

La Commissione ha dunque proposto alcune riforme per migliorare il funzionamento dei mercati dell’energia elettrica dell’UE, che richiederanno agli Stati membri l’implementazione di piani e l’introduzione di nuovi meccanismi di capacità.

A tal proposito, un esempio delle riforme introdotte dal pacchetto é la rimozione dei massimali di prezzo vigenti nel mercato all’ingrosso.

In passato, la Commissione ha cercato di promuovere la massima liberalizzazione dei mercati dell’energia, ma la distorsione proveniente sia dal lato della domanda che da quello dell’offerta ha continuato influenzare il mercato.

Ciò è particolarmente vero se pensiamo che quasi il 60% dei paesi dell’Unione, conta con dei mercati elettrici che sono ancora oggetto di regolamentazione o prevedono l’applicazione di massimali di prezzo sull’energia, sia nella vendita al dettaglio che nei mercati all’ingrosso.

Un altro fattore di distorsione è l’influenza dei sussidi all’energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili. Tali sussidi permettono alle rinnovabili di avere un costo marginale pari a zero, distruggendo l’ordine di merito basato sui costi tradizionali, utilizzato per determinare la sequenza in cui i gestori di rete dispacciano le diverse fonti di generazione sul mercato.

L’obiettivo della Commissione è quello di imporre la stessa disciplina di mercato, tanto per i generatori di rinnovabili come per quelli convenzionali, eliminando il privilegio di dispacciamento di cui le rinnovabili hanno goduto finora.

A questo punto la domanda da porsi è: è fattibile?

Il primo problema da considerare é se il mercato sará in grado di raggiungere il livello di prezzo necessario per coprire l’investimento iniziale. E se cosí fosse, come sarebbe possibile distinguere l’aumento di prezzo da  quello derivante da un abuso di posizione dominante?

Il rischio principale relativo a questo approccio è che i più grandi generatori potrebbero trarre vantaggio da questa situazione e cercare di trasformarsi in monopolisti.

Il secondo problema da affrontare è il fatto che alcuni governi dell’Unione non vogliono rinunciare alla possibilità di interferire sui prezzi dell’energia. Alcuni dei rappresentanti, infatti, fanno leva sulla garanzia di prezzi energetici equi e stabili, in un tentativo populista di compiacere i loro elettori.

Tutti questi temi sono di vitale importanza per il progetto dell’Unione Energetica. Il coordinamento normativo, risulta dunque imprescindibile per l’implementazione di questi piani e per favorire la cooperazione tra nazioni. Normalmente queste gestioni vengono affidate a singoli regolatori nazionali piuttosto che a un unico regolatore europeo.

A questo proposito, l’elemento dirompente, incluso nel “Winter Package” che lo rende diverso dalle direttive che lo hanno preceduto, è dato dalla proposta di una governance dell’Unione Energetica.

 MAGNUS_2.jpg

In pratica questo si traduce nei requisiti per tutti gli Stati membri dell’UE di avere un piano di energia e clima integrato, che servirá a monitorare il lavoro di tutti i paesi europei nel cammino verso il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’accordo sul clima di Parigi.

Gli Stati membri sono tenuti a presentare nel 2018 la prima stesura dei loro piani nazionali, che saranno poi sviluppati in un ‘processo iterativo’ con la Commissione, e infine ultimati nel 2019.

La direttiva sulle energie rinnovabili, unitamente alle proposte inerenti alla riforma dei mercati elettrici e alla governance per l’Unione Energetica, si premettono di fissare un quadro normativo che porterà maggiori sicurezze per gli investitori e consentirá una parità di condizioni per tutte le tecnologie, senza compromettere gli obiettivi climatici ed energetici dell’Unione.

Ovviamente il “Winter Package” non puó essere considerato come la bibbia definitiva sull’Unione Energetica: molti argomenti sono ancora piuttosto controversi e oggetto di discussione tra gli stessi Stati membri dell’Unione.  Ma, “Energia pulita per tutti gli Europei” può essere senza dubbio definita, pur con i suoi limiti e difetti, come il punto di partenza per l’Europa verso una transizione all’energia pulita e una strategia valida per la crescita e l’occupazione nel settore energetico.

Click aquí para leer el artículo en la página web de MAGNUS COMMODITIES

UTOPIA: Yearly Report 2016

logo_utopia_completo.png

La sconfitta del Governo Renzi nel referendum costituzionale del 4 dicembre, le dimissioni immediate del Premier e l’insediamento del nuovo esecutivo guidato da Paolo Gentiloni hanno chiuso dodici mesi contrassegnati da un trend sempre più complicato per un esecutivo giunto a Palazzo Chigi sulle ali dell’entusiasmo e per realizzare le riforme politico-istituzionali necessarie al rilancio del Paese.

Il consueto report di fine anno di Utopia cerca di ripartire da quei fatti e di mettere in fila gli appuntamenti più importanti che aspettano l’Italia nel 2017. Sul piano internazionale, ci sono la presidenza del G7, l’ingresso nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in qualità di membro non permanente e il Consiglio europeo straordinario di Roma per i sessant’anni dalla firma dei Trattati istitutivi della Comunità Europea. Su quello interno, la riscrittura dei rapporti di forza nel Paese dopo la fine della prima stagione renziana e soprattutto la grande partita per la nuova legge elettorale su cui pende la sentenza della Corte Costituzionale del 24 gennaio.

Il rapporto volge poi lo sguardo all’Europa e alle elezioni di Olanda, Francia e Germania che impatteranno sull’assetto politico del Vecchio Continente negli anni a venire. Con la crisi dei partiti tradizionali c’è oggi più spazio per forze politiche nazionaliste e anti-establishment che avversano fortemente sia l’attuale progetto europeo che in altri casi anche la moneta unica. Una loro affermazione elettorale potrebbe infatti portare alla paralisi dei meccanismi decisionali dell’Ue e persino accelerare il processo di disgregazione continentale.

Infine una sezione agli Stati Uniti d’America dopo la vittoria a sorpresa del tycoon repubblicano Donald Trump alle elezioni presidenziali di novembre. Il magnate newyorkese è atteso da una serie di sfide che riguardano i rapporti di Washington con due attori-chiave del panorama internazionale come Mosca e Pechino e passano per il rilancio socio-economico degli Stati Uniti. In attesa dell’insediamento ufficiale di Trump e dei primi passi della nuova amministrazione, potrà essere utile dare uno sguardo ai componenti della sua squadra di governo. 

Para leer el artículo completo click aquí

www.utopialab.it

INDRA, Lo sviluppo del business vita: l'impatto delle tecnologie sull'efficacia commerciale e sulla gestione operativa

indra.JPG

Pubblicati i risultati della ricerca sviluppata in collaborazione con Indra che ha analizzato lo sviluppo dei sistemi operativi a supporto del Business Vita.

Milano, 11 gennaio 2017 – Il settore assicurativo italiano si trova oggi ad operare in uno scenario di mercato molto diverso rispetto al passato: l’aumento della concorrenza, caratterizzato dall’ingresso di nuovi operatori sul mercato e la tensione sulla redditività dei canali distributivi che vedono aumentare in misura sempre maggiore i costi legati alle attività amministrative e gestionali sono solo alcune delle motivazioni che spingono le Compagnie Assicurative a rivedere i propri modelli operativi.

Secondo Paolo Fantoni, manager in Italia del mercato Assicurazioni di Indra: “Nel nuovo scenario di disruption digitale, con un mercato sempre più volatile, incerto e ambiguo, può una compagnia assicurativa permettersi di bruciare margini in inefficienze? Può permettersi di non offrire un servizio adeguato ai nuovi standard e di gestire il rischio con una miriade di datawarehouse e una reattività stimabile in settimane? In Indra riteniamo che, nel mondo vita, l’approccio conservativo è un passo certo verso l’obsolescenza e che, per questo, è sempre più urgente l’implementazione di nuovi sistemi più flessibili, veloci, orientati al clienti e in grado di gestire ogni tipo di prodotto e di rischio”.

La ricerca CeTIF, condotta in collaborazione con Indra nel periodo giugno-novembre 2016, , ha permesso di analizzare su un campione di 7 Compagnie, le modalità innovative nella gestione del portafoglio prodotti, nel governo dei processi distributivi e nella mitigazione del rischio operativo del Business Vita delle Compagnie italiane.

Il primo fattore evolutivo emerso è quello del cambiamento di paradigma nella considerazione del cliente. I sistemi a supporto del Business Vita dovranno evolvere nei prossimi anni per permettere di mettere realmente il cliente al centro attraverso il passaggio dalla considerazione della singola polizza alla considerazione del cliente nella sua interezza e dei suoi bisogni assicurativi.

Secondo le Compagnie intervistate ciò dovrà avvenire innanzitutto tramite la possibilità per il cliente di accedere ai servizi attraverso un ampia gamma di servizi in una logica di omnicanalità. Per questo, le Compagnie assicurative hanno l’intenzione di investire strategicamente sulla fornitura di servizi di cui il cliente possa usufruire in autonomia tramite il maggior numero di canali.

Ma per porre realmente il cliente al centro la principale criticità identificata è la capacità di analizzare l’interezza dei dati relativi al cliente e dei connessi bisogni al fine di offrire i servizi più adeguati in un’ottica di cross selling e up selling. Ciò richiede la rivisitazione e l’investimento sui sistemi di gestione dell’anagrafica, che presentano infatti notevoli gap in termini di funzionalità presenti ad oggi rispetto a quelle che verranno implementate entro il 2019. L’obiettivo finale dei sistemi di gestione di anagrafica e del portafoglio deve essere quello di consentire la profilazione del cliente e dei suoi bisogni.

Un secondo fattore evolutivo per i sistemi a supporto del Business vita è quello dell’automazione, sia per quanto riguarda la manutenzione e gestione del versioning dei prodotti sia per quanto riguarda la parametrazione e variazione dei dati. Se quindi per gli eventi ordinari legati alla gestione dei prodotti e all’amministrazione del portafoglio si andrà verso una logica di automazione, per gli eventi straordinari è necessario invece che i sistemi consentano la gestione dinamica.

Affinché automazione e analisi del cliente possano essere realizzate e portate avanti risulta fondamentale e decisiva la collaborazione tra Business e IT, sempre più rilevante per la buona riuscita dei progetti non solo in ottica di efficientamento ma anche a servizio dell’offerta di nuovi servizi.

Dall’analisi aggregata delle dimensioni di indagine della ricerca emerge che il 70% delle Compagnie intervistate sfrutta già tecnologie sufficientemente innovative rispetto al proprio target per i processi del Ramo Vita, anche se alcune hanno ancora molta strada da percorrere sia per raggiungere gli obiettivi prefissatesi sia in vista di una piena ottimizzazione. L’80% di quest’ultime sono Compagnie che, probabilmente grazie anche ad investimenti in ambito internazionale, sono ottimizzate sia rispetto al proprio target 2019 sia rispetto alla media del campione.

Il restante 30% si trova al di sopra della media ma dovrà apportare cambiamenti significativi per raggiungere il proprio target 2019. Ciò implica che queste istituzioni vogliono investire nel Business Vita perché lo reputano strategico dando una variazione significativa all’attuale mix di portafoglio non solo delle agenzie ma di tutta la Compagnia.

Tra le sette compagnie appartenenti al campione analizzato solo due dichiarano che raggiungeranno un livello di ottimizzazione completo rispetto alle dimensioni di analisi nel 2019, effettuando forti investimenti per arrivare ad attivare tutte le funzionalità mappate.

Questi elementi dimostrano che la maggior parte di coloro che sono intenzionati ad investire sui Rami Vita hanno già iniziato un percorso in tal senso. Ciò che sembra dunque influenzare maggiormente il posizionamento delle Compagnie non è tanto la dimensione quanto piuttosto la scelta strategica della singola istituzione.

Lo sviluppo delle tecnologie in termini di maggiore automazione ed integrazione dei sistemi potrà e dovrà essere a servizio dello sviluppo del Business al fine di mettere il cliente realmente al centro rispondendo in maniera efficacie al complesso dei suoi bisogni e senza limitarsi alla gestione della singola polizza. Pertanto ad un efficientamento dei processi sembra doversi accompagnare una revisione dei sistemi informativi in un’ottica di flessibilità, velocità, accessibilità e disponibilità di nuove funzionalità.

Risulta quindi fondamentale che gli attori del mercato, siano pronti ad affrontare le nuove sfide, adattando l’offerta di prodotti alle esigenze di una clientela in continua evoluzione, che non si limitano ad ambiti specifici di Business.

Per informazioni si prega di contattare Serena Piccirillo (telefono: 02.7234.8335 e-mail: serena.piccirillo@unicatt.it)

CeTIF Il Centro di Ricerca in Tecnologie, Innovazione e Servizi Finanziari (CeTIF) dal 1990 realizza studi e promuove ricerche sulle dinamiche di cambiamento strategico e organizzativo nei settori finanziario, bancario e assicurativo. Ogni anno attiva più di 15 Competence Centre e Osservatori, cui possono partecipare i 20.000 professionisti che costituiscono il network di CeTIF, e organizza oltre 10 workshop dedicati a banche e assicurazioni, con l’obiettivo di favorire fra i partecipanti lo scambio di esperienze su temi specifici e sull’adozione di pratiche innovative. A tutto ciò si aggiungono i progetti di ricerca internazionali realizzati in collaborazione con le principali università e società di analisi e attività di ricerca presenti nel mercato. Tra i suoi partner istituzionali figurano: Banca d’Italia, ISVAP, ABI, ANBP, ANIA e CONSOB. Il CeTIF è, inoltre, socio fondatore del FIT: l’Associazione europea dei centri di ricerca sulla finanza e l’Information Technology. www.cetif.it

Indra Indra è una delle principali società di consulenza e tecnologia a livello mondiale per le operazioni di business dei propri clienti. Sviluppa un’offerta tecnologica completa di soluzioni proprietarie e di servizi all’avanguardia ad alto valore aggiunto. A questa offerta si aggiunge una cultura unica di affidabilità, flessibilità e adattabilità alle esigenze dei propri clienti. Indra è leader mondiale nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori: Sicurezza e Difesa, Trasporto e Traffico, Energia e Industria, Telecomunicazioni e Media, Finance, Pubblica Amministrazione e Sanità. Inoltre, la sua business unit Minsait risponde alle sfide della trasformazione digitale. Nel 2015, Indra ha avuto ricavi per un valore di 2.850 milioni di euro, 37.000 professionisti, con una presenza locale in 46 Paesi e progetti in 140 Paesi. In Italia Indra ha circa 600 professionisti che lavorano presso le sedi di Roma, Milano, Napoli, Bologna e Matera. Indra ha localizzato in Italia il proprio centro di sviluppo globale di soluzioni Customer Experience completando il posizionamento con una Software Lab a Napoli connessa ad altri 22 centri che operano in Europa, Asia e America Latina come poli avanzati di R&S.

BLISS: 6 caratteristiche da avere per diventare Partner di una corporation

Il gruppo Bliss nei suoi servizi di trasloco e ricollocamento internazionale offerti dalle società Bliss Moving e Bliss Relocation, si trova costantemente in contatto con corporation internazionali. Diventare partner di questo tipo di aziende significa approcciare in maniera diversa molte fasi pre e post acquisto, ferma restando la qualità del servizio offerta. In un articolo sul nostro blog abbiamo voluto riassumere le 6 principali caratteristiche per essere scelti come partner da una corporation.

architecture-1750564_1920.jpg

Ecco il link per leggere l’articolo: http://www.specialistitraslochi.it/come-diventare-fornitore-corporation/

FIABILIS CONSULTING GROUP: Nuovo anno, Nuova sede!

logo_fiabilis.png.jpg

Fiabilis Italia si consolida dopo il suo terzo anno di vita ed inaugura la nuova sede a Milano in una bellissima palazzina ristrutturata di quasi 300 metri quadri. Questo cambio rappresenta un altro passo avanti nella continua crescita di Fiabilis che porterà nuove sfide e nuovi progetti per il 2017.

I nuovi uffici più spaziosi e organizzati si trovano in una bellissima palazzina in Via B. Rucellai 37/A a Milano.

L’azienda è nata in Spagna nel 2008 e tra i suoi clienti iberici vanta il 40% delle società dell’Ibex, il principale listino della Borsa di Madrid. Al giorno d’oggi è presente anche in Italia, Francia, Portogallo, Belgio, Polonia e Cile. Il gruppo ha un’esperienza consolidata con più di 1.000 progetti realizzati, oltre 850.000 buste paga analizzate e 180 milioni di euro di risparmi generati nel 98% del progetti. 

New-year-new-office-2017.jpg

ERGON LEGAL: E' online il nuovo sito web di Ergon Legal

Ergon-Logo.jpg

ERGON LEGAL è uno studio che opera in ambito legale, fiscale e tributario e che dedica una parte importante della propria attività alle relazioni Italia/Spagna assistendo clienti spagnoli in Italia o clienti Italiani in Spagna.

La clientela dello studio è formata da società, imprese e privati.

I professionisti di ERGON LEGAL prestano la propria attività ed offrono consulenza con il costante obiettivo dell’ottenimento del risultato desiderato dal Cliente.

Il nuovo sito web, che oltre a presentare lo studio, descrive nel dettaglio i singoli rami in cui gli avvocati ed i Commercialisti di ERGON LEGAL prestano la loro attività, è stato concepito con la consapevolezza che l’affermazione nel mondo professionale ed il raggiungimento dei risultati desiderati dalla propria clientela, derivano sempre di più dal mettere in discussione i “vecchi” schemi e criteri gestionali ed operativi ed adottarne costantemente di nuovi.

www.ergonlegal.it

BLISS: Nuovo ingresso nello staff di Bliss Relocation

logo-relocation.png

I servizi di Relocation sono i servizi più “delicati” nel settore  trasferimento internazionale.

Non si tratta solamente di spostare una famiglia da una parte all’altra del mondo, significa spostare la loro vita.  È fondamentale stare vicino al cliente in tutte le fasi del suo ricollocamento, ascoltarlo, assecondare le sue richieste e offrire un servizio qualitativamente impeccabile.

Siamo partiti da queste premesse quando abbiamo deciso di inserire come nuovo membro dello staff di Bliss Relocation Diana Ilieva, la quale ha assunto il ruolo di Business Development Manager. Con 15 anni nel settore Relocation, è una figura molto conosciuta in ambito internazionale. Con eccellenti abilità di coordinamento e cura del cliente ha gestito centinaia di servizi di ricollocamento,  e sotto la sua gestione, l’azienda dove lavorava precedentemente, è stata la prima azienda di Relocation in Italia ad ottenere la certificazione di qualità ISO.

Bliss Relocation assiste il cliente (corporate o privato) con servizi dedicati di orientamento nella nuova zona, ricerca casa, espletamento pratiche documentali e fornitura servizi di “settle in”.

Questo nuovo ingresso è funzionale a incrementare costantemente la qualità dei servizi sopracitati ed essere sempre più vicini ai bisogni dei clienti. 

BLISS.jpg

Diana Ilieva, Business Development Manager di Bliss Relocation

 

www.blissmoving.it

info@blisscorp.it

NEMEASERVIZI: Nuove opportunità di finanziamento della formazione con Fondir e Fondirigenti

Nemea_Servizi_piccolo.PNG

Si segnala che Fondirigenti ha pubblicato l’Avviso 3/2016 con il quale intende supportare la diffusione della cultura digitale attraverso Piani formativi finalizzati allo sviluppo di competenze specifiche per la trasformazione digitale.

Dotazione finanziaria:  € 5 milioni.

Finestra di presentazione: dal 16 gennaio al 2 marzo 2017.

Link Avviso 3/2016 - sito Fondirigenti

Si segnala inoltre che Fondir ha deliberato una ulteriore proroga dei termini per la presentazione dei piani formativi a valere sull’Annualità 2016.

Le richieste di contributo, pertanto, potranno essere presentate, entro due ulteriori scadenze, oltre quella già prevista del 9 gennaio 2017, ossia:

  • 31 gennaio 2017
  • 28 febbraio 2017

Se siete interessati a cogliere tali opportunità e per ulteriori informazioni e approfondimenti contattare:

Roberta Battaglia - 347 86 06 304

E’ STATA UNA NOTIZIA INTERESSANTE?

PER RICEVERE AGGIORNAMENTI PUNTUALI VIA MAIL TRAMITE IL SERVIZIO DI NEWSLETTER DI NEMEASERVIZI, POTETE SCRIVERE A SERENA AMISANO.

La SEAT Ateca incoronata in Europa

Riconoscimento internazionale per il Marchio spagnolo

SEAT_2.jpg

/ AUTOBEST, che annovera nella giuria i rappresentanti di 31 Paesi europei, nomina la Ateca “Best Buy Car of Europe in 2017

/ Il premio proclama il primo SUV della SEAT l’opzione più innovativa e completa per i Clienti europei

/ L’eccellente accoglienza riservata alla SEAT Ateca dimostra che la sfida di diventare un punto di riferimento in uno dei segmenti più esigenti del mercato è stata vinta

La Ateca ha portato alla SEAT il prestigioso riconoscimento internazionale di “Best Buy Car of Europe in 2017”, assegnato da AUTOBEST e tra i più prestigiosi del Vecchio Continente.

Questo premio è da interpretare come un’ulteriore conferma della crescita della SEAT, nonché dell’enorme impegno riposto all’insegna del consolidamento nei più importanti Mercati, con un’offensiva di prodotto senza eguali nella storia del Marchio. Quattro, infatti, i nuovi modelli presentati in questi 18 mesi: la Ateca, sul mercato dalla scorsa estate; la nuova Leon, già ordinabile e in arrivo nelle concessionarie a inizio del 2017; la quinta generazione della Ibiza e, infine, il nuovo crossover SEAT Arona, in arrivo alla fine dell’anno prossimo.

La Ateca segna un punto di svolta per la SEAT. Siamo entrati in un nuovo segmento con un prodotto in grado di offrire un’esperienza di mobilità eccezionale per i nostri Clienti e che incarna appieno il nostro DNA. La Ateca sta contribuendo in maniera importante a portare il nostro brand al livello successivo. E questo premio è una riprova del fatto che siamo sulla strada giusta”, afferma Luca de Meo, Presidente SEAT.

La giuria di AUTOBEST, giunto quest’anno alla sua sedicesima edizione, ha messo in luce gli elementi che rendono la SEAT Ateca la migliore offerta possibile per i Clienti: design, comfort, facilità di guida, rapporto qualità prezzo e rete di vendita e post vendita del Marchio di Barcellona.

La fase finale di questa prestigiosa premiazione europea è avvenuta proprio in Italia alla fine dello scorso mese di novembre. Dopo una fase di test comparativi, la giuria - composta da giornalisti di settore, in rappresentanza di 31 Paesi - ha eletto la Ateca tra altre 5 finaliste.

La Ateca è un connubio perfetto di design, comfort e tecnologia. È un’auto perfetta per affrontare la “giungla urbana”, ma le sue prestazioni sia su strada, sia fuoristrada garantiscono un’esperienza di guida spettacolare in ogni tipo di viaggio. Crediamo perciò fermamente che la Ateca sia chiamata a diventare un riferimento nel suo segmento”, sottolinea Matthias Rabe, Vice Presidente per Ricerca e Sviluppo della SEAT.

La Ateca, leader (anche) nella mobilità urbana

Il SUV della SEAT sta superando ogni aspettativa ed è un modello particolarmente importante per il Marchio, non solo perché ha aperto le porte di uno dei segmenti più dinamici del Mercato, ma perché è chiamato dalla SEAT a fare da apripista per fronteggiare sfide importanti come il futuro della mobilità urbana, che richiede nuove soluzioni e nuove tecnologie.

Un’ampia gamma per soddisfare ogni esigenza

La versatilità della gamma Ateca è tra i fattori che hanno ottenuto migliore classificazione nel panel di premi di AUTOBEST. Motorizzazioni turbo benzina e turbo Diesel da 115CV a 190CV, possibilità di abbinamento con trazione anteriore o integrale, nonché cambio manuale o DSG, costituiscono infatti un’offerta estremamente completa e in grado di rispondere a ogni necessità. L’ampia gamma di equipaggiamenti presenti a bordo, inoltre, spazia dai proiettori Full LED, a una vasta selezione di sistemi di assistenza alla guida (tra cui spiccano Traffic Jam Assist e il nuovo Emergency Assist) e un pacchetto di sistemi di infotainment all’avanguardia, con touchscreen da 8” e connettività FullLink. La versione top di gamma XCellence, inoltre, offre eleganti finiture degli interni con rivestimenti in Alcantara® e, sul fronte della sicurezza, comprende sistemi al vertice della categoria, tra cui spicca il Front Assist con Sistema di frenata di emergenza per la guida in città, che è in grado di riconoscere i pedoni e avvisa il conducente in caso di pericolo di collisione. Il sistema è altresì in grado di frenare automaticamente in caso di emergenza.

DENTONS: Global Energy Game Changers - Summer 2016

Dentons_Logo_Purple_RGB_300_png.jpg

Dentons è lieto di presentarvi l’ultima edizione del Global Energy Game Changers, una pubblicazione realizzata dai professionisti dello studio legale Dentons per aggiornare i clienti sulle tematiche più attuali del settore energetico.

Tale settore è sottoposto a imponenti trasformazioni a livello mondiale, nuove tecnologie e regolamentazioni stanno mettendo alla prova i vecchi modelli di business.

Questo numero di Global Energy Game Changers approfondisce le principali novità che stanno ridefinendo il mercato in Europa: le riforme a livello continentale, la regolamentazione dei nuovi flussi transfrontalieri, le sfide che si trova ad affrontare il settoredell’oil&gas, la condivisione delle infrastrutture, le controversie che ricadono sotto gli accordi d’investimento e le prospettive generate dalla Brexit.

dentons.png

E’ possibile scaricare la pubblicazione Summer 2016  cliccando qui

GameChangersBooklet_web.jpg

 E' possibile scaricare anche la pubblicazione Spring 2016 cliccando qui

 

PARK HYATT MILANO: Vigilia di Natale e Cenone di Capodanno al VUN

C’è aria di festa al Park Hyatt Milano! Lo Chef Stellato Andrea Aprea ha ideato degli speciali menu che vi faranno vivere la magia delle feste in stile gourmet, ma sempre all'insegna dei sapori unici della cucina italiana. Ecco a voi i menu delle feste by Chef Andrea Aprea!

park_hyatt_2.jpg

park_hyatt_.jpg                    

park_hyatt_1.jpg

Segnaliamo il link al sito di Park Hyatt in cui troverete tutti i menu: https://milan.park.hyatt.com/it/hotel/news-and-events/news-listing/i-menu-delle-feste-by-andrea-aprea-.html

PRAXI: Incremento del 30% nelle richieste di Digital Strategist e di Big Data Manager. E' previsto un ulteriore incremento per il 2017.

Praxi_Logo50.png

Boom di richieste di Digital Strategist e di Manager Big Data Analytics. Nel 2016 l'incremento di richieste ha superato il 30% e si prevede per il 2017 un’ulteriore crescita, come emerge da un'analisi svolta da PRAXI, grazie al suo osservatorio privilegiato.

Le aziende negli ultimi anni hanno dovuto necessariamente rivedere le proprie strategie, in funzione anche del rilevante impatto del digitale sul business. Cresce così l’esigenza di reperire figure come i Digital Strategist, soprattutto in caso di aziende medio-grandi.

“Le competenze informatiche di questo ruolo ovviamente sono indispensabili, ma ancor di più lo è la visione strategica dell’azienda nell’insieme”, osserva Massimo Mazzonzelli, partner di PRAXI. “Per esercitare questa professione è preferibile avere una laurea in Economia e organizzazione d’impresa o in Ingegneria Gestionale, eventualmente integrate con Master in comunicazione multimediale e digital. La digitalizzazione dei processi e la condivisione delle informazioni sono poi indispensabili per la trasformazione del business in e-business”, aggiunge Mazzonzelli.

“Il Digital Strategist deve saper indirizzare le potenzialità offerte dall’innovazione tecnologica per disegnare  l'ecosistema digitale più idoneo a fronteggiare le sfide e cogliere le opportunità offerte da un mercato in continua e rapida evoluzione”, spiega Cesare Maccari, HR Director della società editoriale Wolters Kluwer, durante il Summit internazionale di PRAXI Alliance – Worldwide Executive Search, network mondiale di PRAXI. “Per poter raggiungere gli obiettivi di medio-lungo è essenziale instillare nell’azienda competenze e capacità digitali che favoriscano la transizione della cultura aziendale verso paradigmi sempre più digitali. Il Digital Strategist deve coniugare una buona cultura di base, una conoscenza dei processi aziendali ed un approccio "olistico" al marketing con una vivace curiosità ed una spiccata passione per l’innovazione tecnologica”, aggiunge Maccari.

Dall'analisi di PRAXI emerge anche un forte incremento di richieste di Big Data Manager con il compito di analizzare la mole di dati aziendali disponibili, integrandoli con quelli presenti sul web.

“Per aspirare ad un ruolo nel mondo delle Big Data Analytics” osserva al Summit PRAXI, Loretta Chiusoli, HR Director di Crif, società attiva nei servizi di informazioni commerciali, “è necessaria una laurea in Statistica, Informatica, Economia, o Ingegneria Gestionale, una precedente esperienza tecnica acquisita preferibilmente nella consulenza e almeno 5 anni di lavoro nell’e-commerce o nella gestione dei dati aziendali. Si tratta di una figura trasversale che deve avere sia competenze tecniche, sia economiche e gestionali. In Italia, gli investimenti nei cosiddetti big data analytics sono cresciuti notevolmente nel 2016: pertanto sono attesi forti cambiamenti anche nel mercato del lavoro”, conclude Chiusoli.

Contatti:

Daniela Patruno

T 011 - 6560

press@praxi.praxi

IH International House: Corsi di italiano per stranieri con IH Milano

ih_milano.jpg 

 

International House Milano propone un’ampia gamma di corsi di italiano, per venire incontro alle diverse esigenze legate al lavoro, alla vita di tutti i giorni o a obiettivi specifici.

La formazione linguistica può essere organizzata presso l’azienda cliente, cosi da poter personalizzare al massimo il programma di studio.; le lezioni possono essere individuali o con 2 o più partecipanti (mini-gruppi).

corsi personalizzati in-company  vengono preceduti da un incontro con la Direzione Didattica per definire, oltre al livello, anche gli obiettivi specifici e le esigenze a livello di programmazione, in modo da creare corsi che corrispondano perfettamente alle specifiche esigenze dei partecipanti, dal punto di vista dei contenuti, degli obiettivi e dei giorni e orari di frequenza.

Le informazioni raccolte durante questo incontro preliminare vengono riassunte in un ”profilo linguistico”, che indica il livello di partenza, il numero di lezioni suggerito, gli obiettivi del corso e il livello previsto a fine corso. Alla fine del corso viene rilasciato un attestato/certificato, con l’indicazione del numero di lezioni svolte e il livello raggiunto. I corsi aziendali prevedono anche la redazione di un rapporto di fine corso.

Oltre ai corsi presso l’azienda cliente, International House Milano organizza corsi di gruppo intensivi o estensivi di italiano generale presso la nostra scuola in Torre Velasca (MM 3 Missori). Questi  corsi sono aperti a tutti e organizzati in base al livello dei partecipanti. I corsi della mattina sono ideali per chi ha piu’ tempo da dedicare allo studio dell’italiano, mentre i corsi serali sono indicati per chi lavora durante il giorno.

La nostra scuola offre anche corsi a distanza, via skype, particolarmente indicati ove il principale obiettivo fosse lo sviluppo e/o l’affinamento della produzione scritta.

IH Milano è inoltre specializzata nell’erogazione di corsi in lingua inglese, coaching e altre lingue come per esempio lo spagnolo, il tedesco e il francese, oltre ad  offrire servizi di traduzione ed interpretariato.

Per maggiori informazioni: www.ihmilano.it ;  businessdevelopment@ihmilano.it

Dott.ssa Barbara Rossetti

339 – 72.93.279

Business Development

IH Milan

Email: businessdevelopment@ihmilano.it

Tel: (0039) 02 5279124

Fax: (0039) 02 39840498

www.ihmilano.it

Via Alfonsine 40

20097 San Donato Milanese (MI) - Italy

AIR EUROPA: il 28 Novembre Air Europa ha festeggiato il suo 30° anniversario

Lo scorso 28 novembre Air Europa, la compagnia aerea spagnola del gruppo Globalia, ha festeggiato il suo 30° anniversario con un evento speciale dedicato agli agenti di viaggio, in contemporanea a Milano e a Roma, le due principali città italiane dove opera .Per celebrare questo importante traguardo, la compagnia aerea ha ricreato le atmosfere tipiche spagnole, fatte di enogastronomia e musica, all’interno del ristorante 100 Montaditos di entrambe le città.

I due eventi sono stati un’occasione per fare il bilancio  sui primi 30 anni di attività durante i quali non hamai smesso di investire nella propria crescita, percorso che continua costantemente muovendosi in due direzioni parallele: da una parte l’aumentodella flotta, sempre più moderna grazie all’arrivo del nuovo Boeing 787Dreamline e l’inserimento di nuove rotte, come Bogotà, Cordoba e Guayaquiltra le più recenti; dall’altra la sempre crescente cura nei confronti dell’esperienza

di viaggio di ogni singolo passeggero attraverso l’ammodernamento dei servizi e l’introduzione di nuovi programmi e tariffe pensati ad hoc per ogni esigenza.

Parallelamente, la compagnia ha adottato anche un’immagine rinnovata nel logo e nella livrea grazie una grafica semplice, moderna e accattivante introdotta circa un anno fa e che conferisce al brand maggiore chiarezza e dinamicità.

Una flotta moderna, un’immagine più ricercata, nuove rotte ad arricchire il nutrito network di destinazioni e, novità assoluta, il lancio della prima pagina Facebook italiana di Air Europa.

Un nuovo spazio virtuale di dialogo aperto a operatori del turismo e viaggiatori per entrare in contatto con la compagnia iberica, scoprire da vicino tutti i suoi plus e trovare le migliori tariffe per partire alla scoperta delle più belle città d’Europa e d’America.

air_europa_2.jpg

BC&: “Pagare le tasse è un dovere costituzionalmente previsto. Percorrere strade che lecitamente ne consentano il risparmio è un diritto.”

Logo_BC.JPG

Il 24 novembre 2016 BC& ha approfondito il tema legato all’agevolazione fiscale denominata Patent Box e per fare ciò ha coinvolto anche un alto funzionario dell’Agenzia delle Entrate che ha contribuito alla stesura della Circolare esplicativa della legge istitutiva di detta agevolazione].

Il Patent Box, regime di tassazione agevolata che prevede l’esclusione di una quota dei redditi generati dall’utilizzo dei beni immateriali, consente un notevole risparmio di imposte.

Oggetto dell’agevolazione possono essere:

  • software protetti da copyright
  • brevetti industriali
  • marchi d’impresa
  • disegni e modelli
  • informazioni aziendali ed esperienze tecnico industriali, (Know how).

L’agevolazione è limitata ai soggetti che producono reddito d’impresa e quindi società di capitali, società di persone, imprenditori individuali, enti commerciali, enti non commerciali, stabili organizzazioni di soggetti non residenti.

Per la definizione delle tipologie di beni sopra indicati, il decreto “Patent Box” invita a fare riferimento alle norme nazionali, internazionali e dell’Unione Europea, nonché ai Trattati e alle Convenzioni internazionali.

Si accede alla procedura attraverso la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate, dell’opzione che dal prossimo anno potrà essere esercitata direttamente tramite dichiarazione dei redditi. Successivamente, si procede alla proposizione dell’istanza di ruling. Detta procedura ha ad oggetto la preventiva determinazione, in contraddittorio con l’Agenzia delle Entrate, del contributo economico degli intangibles per i quali è stata esercitata l’opzione e si basa sulla condivisione delle metodologie di calcolo utilizzate per determinare quale sia il reale contributo degli stessi alla produzione del reddito.

L’ammontare dell’agevolazione è decisamente interessante! Nel 2015 infatti si è attestata sul 30%, nel 2016 è pari al 40% e dal 2017 corrisponderà al 50%. Ha validità quinquennale.

E’ evidente, dunque, che trattasi di una agevolazione davvero singolare ed allettante! Se proprio si volesse trovare un aspetto negativo, questo potrebbe essere ritracciato nella complessità della procedura. Ma ciò non deve costituire un disincentivo, dal momento che i professionisti competenti in materia di Patent Box assistono i contribuenti a partire dall’esercizio dell’opzione e fino al termine del quinquennio di agevolazione.

BC& ha già iniziato ad assistere diversi clienti che hanno scelto di sfruttare questa opportunità, i quali si dicono già molto soddisfatti del supporto offerto dalla Studio.

MELIÁ MILANO: Un Natale Speciale

 

Melia_Milano_Emotional_Catering.jpg

“Emotional Catering”, “Casino Party” e “LEGO InterACTION” sono solo alcune delle esperienze di Natale proposte dal Meliá Milano, l’hotel cinque stelle situato a San Siro a pochi passi dalla fiera MiCo. Meliá Milano ti stupirà con sorprendenti proposte di Natale per la tua azienda.

“Emotional Catering” è uno show dinamico e interattivo che vede come protagonisti dei ballerini professionisti che interpretano il trend del momento il food presentando i piatti proposti dagli Chef del Meliá Milano.

“Casino party”, una vera e propria ricostruzione di una sala da giochi da Casinò ad alto livello, senza la presenza di denaro, in grado di far divertire da 10 a 450 persone simultaneamente.

“LEGO InterACTION”, uno special team building per mettere alla prova le abilità manuali e l’immaginazione dei diversi team! Contatta l’hotel e scopri tutte le proposte.

Per maggiori informazioni contatta Fabiana Durante, Responsabile ufficio Congressi ed Eventi del Meliá Milano: (+39) 02 444 06 803; fabiana.durante@melia.com.

Visionnaire2-29.jpg

STARWOOD HOTELS: tutte le news natalizie nei grandi hotel di Milano

sheraton.png

Sheraton Diana Majestic

Le festività nella location più fashion della città! 

imma_1.jpg

Con oltre 100 anni di storia lo Sheraton Diana Majestic è uno degli hotel più iconici e fashion di Milano. Posizionato nel cuore dello shopping e della finanza Milanese, il Diana è ben conosciuto per il suo incantevole giardino ed il famosissimo Aperitivo Milanese.

L’hotel dispone di 5 meeting room che possono ospitare fino a 200 persone e un giardino privato per eventi con fino a 500 ospiti.

Durante le feste l’hotel diventa più scintillante che mai, la location perfetta per il vostro evento natalizio!

Scoprite la lussuosa ed eccentrica Black label room per un meeting privato con stile o trasformate il vostro evento in un’occasione magica nel bellissimo Gazebo lounge con vista sull’esclusivo Diana garden.

Prenotate il vostro pranzo a tema natalizio entro il 30 Novembre e riceverete uno speciale sconto del 20%.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni si prega di contattare: mice.milan@starwoodhotels.com                      

Enjoy the festive days with us!

westin_2.png

The Westin Palace, Milan

Scegliete l’eleganza per il vostro evento natalizio!

imma_2.jpg

Il The Westin Palace Milan è uno storico e lussuoso hotel posizionato in una delle zone più rinnovate e in voga della città. Tradizionalmente scelto dall’alta società Milanese per eventi mondani e celebrazioni private, l’hotel rappresenta un elegante e sofisticato punto d’incontro per viaggiatori e cittadini.

L’hotel offre tredici meeting room modulari che possono contenere fino a 400 persone per cocktail e fino a 300 ospiti per meeting e banchetti in un unico luogo.

Avete in programma un esclusivo brunch o un lussuoso party? L’incomparabile atmosfera del The Westin Palace, Milan vi garantirà momenti memorabili durante i vostri eventi natalizi!

Per ulteriori informazioni e prenotazioni si prega di contattare: mice.milan@starwoodhotels.com

Enjoy the festive days!

sheraton_3.png

Sheraton Milan Malpensa

Una delle location più grandi di Milano per il vostro evento natalizio! 

imma_3.jpg

Lo Sheraton Milan Malpensa Airport Hotel & Conference Center, un hotel a 4 stelle, è l’unico hotel direttamente connesso con il Terminal 1 dell’Aeroporto di Milano Malpensa.

E’ il luogo ideale per meeting ed eventi grazie alla sua capienza, può infatti ospitare fino a 400 persone. A soli 30 minuti dal centro di Milano, l’hotel ha uno degli spazi meeting maggiori in Italia con un’area di oltre  2000mq ², una sala plenaria multifunzioanle di 1000 mq ² divisibile in 8 sale insonorizzate e 22 meeting room con grandezze dai 16 ai 285 mq ².

Quest’inverno, lo Sheraton Milan Malpensa renderà i vostri eventi più brillanti che mai!

Tutti i nostri menu verranno realizzati dalle mani dall’ Executive Chef del ristorante Il Canneto, Pasquale Dambrosio.

Prenotate il vostro pranzo a tema natalizio entro il 30 Novembre e riceverete uno speciale sconto del 10%.Per ulteriori informazioni e prenotazioni si prega di contattare: events.malpensa@sheraton.com                                                     

Enjoy the Christmas Time!

excelsior_gallia_4.png

Natale all’ Excelsior Hotel Gallia!

gallia.JPG

L’Excelsior Hotel Gallia, a Luxury Collection Hotel, Milan è stato fin dal 1932 uno degli alberghi più prestigiosi della città e oggi è uno degli hotel più iconici e lussuosi.

Festeggiate le imminenti festività natalizie nella location più scintillante della città.

Che sia per un evento aziendale o per una celebrazione informale, le sale dell’Excelsior Hotel Gallia sono l’ideale per la stagione festiva, offrendo un’atmosfera elegante con un servizio impeccabile.Scegliete il vostro menu preferito tra le nostre varie offerte e organizzate l’evento più glamour di Milano grazie alla location perfetta e ai migliori piatti della città.

I nostri menu natalizi sono stati create dai fratelli Lebano con la consulenza degli chef Enrico e Roberto Cerea, 3 stelle Michelin, che curano l’offerta gastronomica della Terrazza Gallia.

Explore the festive days!

BLISS ha partecipato al 54° annual meeting di IAM a New Orleans

Bliss Moving & Logistics, società del gruppo Bliss Corp che si occupa di trasferimento e ricollocamento internazionale di famiglie ed aziende nel mondo, ha partecipato lo scorso ottobre al 54° annual meeting di IAM a New Orleans, evento mondiale che racchiude ogni anno oltre 2000 professionisti nel settore traslochi.

BLISS_M_1.jpg

Il meeting annuale di IAM è sempre un momento importante per incontrare gli agenti Internazionali con i quali Bliss Moving si relaziona costantemente, oltre che per rafforzare i rapporti con i partner e sviluppare nuove sinergie.

Bliss Moving & Logistics si differenzia per la capacità di offrire un servizio innovativo e fortemente orientato alla soddisfazione del cliente. L’apertura di un branch office a Milano è funzionale a questo obiettivo.

Dai un’occhiata alle offerte che BLISS offre ai membri della Camera di Commercio Spagnola dedicata!

Bliss coglie l’occasione per augurare a tutti i membri della Camera di Commercio Spagnola buone feste e tanta felicità!

BLISS_M.jpg

Nella foto, da sinistra:

Alessandro Mannozzi – Director, Operations

Francesco Argirò – CEO & President of Bliss Moving & Logistics

OLASAGASTI: Conferita a Ignacio Orlando Olasagasti l'onorificienza di Isabella Cattolica

Il 31 Ottobre 2016, l’ambasciatore di Spagna in Italia, Francisco Javier Elorza Cavengt, in una cerimonia tenutasi presso la rappresentanza diplomatica a Roma, ha insignito il Signor Ignacio Orlando Olasagasti dell’Encomienda dell’Ordine di Isabella la Cattolica, per aver contribuito, da cittadini italiano, allo sviluppo dell’economia spagnola e aver favorito le relazioni di amicizia e cooperazione tra i due paesi.

olasagasti_1.jpg

Da quattro generazioni, il Gruppo Orlando Olasagasti si è dedicato alla produzione di conserve ittiche unendo la tradizione conserviera siciliana alla tradizione della pesca del Mar Cantabrico e contribuendo a rendere questa regione leader mondiale del settore. Il tutto sempre con grande passione e attenzione alla qualità.

Grande passione che si è trasmessa da padre a figlio: Ignacio, figlio di Salvatore, fondatore dell’attività agli inizi del 900’, ha mantenuto l’attività nel settore ittico, ammodernando uno degli stabilimenti già dislocati in Spagna dal padre, secondo le più moderne tecnologie, e mantenendo vivace lo sviluppo nel mercato italiano.

Durante la cerimonia il Signor Ignazio Orlando Olasagasti è stato accompagnato dalla moglie e dai quattro figli, che continuano la tradizione di famiglia nello stabilimento di Markina (Bizkaia) e negli uffici commerciali di Genova, dove viene centralizzata la distribuzione e l’esportazione dei prodotti. Assieme a loro, la quarta generazione Orlando Olasagasti, che ha gioiosamente festeggiato il nonno.

olasagasti_2.jpg

Con questa cerimonia, l'Ambasciata di Spagna ha voluto onorare il lavoro di un grande imprenditore e mettere in evidenza uno dei legami economici, storici e culturali di maggiore importanza tra l'Italia e la Spagna.

DENTIX: LA BORSA DI LONDRA INCORONA IL COLOSSO SPAGNOLO DELLA CURA DENTALE

Con 177 cliniche in Europa, fino a 220 con l’America, di cui 17 in Italia, e un piano di sviluppo che porterà a chiudere il 2016 con 390 milioni di euro di fatturato e quasi 5 mila occupati, Dentix è tra le «1000 companies to inspire Europe 2016», le mille aziende che ispirano l’Europa. A dirlo la Borsa di Londra che riconosce il massimo impegno per la creazione di posti di lavoro e per lo sviluppo dell’economia del vecchio continente.

Milano, 20 ottobre 2016 – Un fatturato da 258 milioni di euro, + 63% solo nell’ultimo anno, oltre 4mila occupati e ben 177 cliniche di proprietà nel mondo, di cui 17 in Italia. Sono questi i numeri che hanno portato Dentix, il colosso spagnolo leader nel settore della cura dentale, a essere riconosciuto dalla Borsa di Londra come una delle «1000 companies to inspire Europe 2016», le mille aziende che ispirano l’Europa.

Dentix, azienda familiare creata da un odontoiatra a capitale 100% spagnolo, in Italia ha già creato 255 posti di lavoro, con l’apertura di 17 cliniche dal dicembre 2014 a oggi e intende creare in totale 30 nuove cliniche nel 2017. Si tratta di cliniche a gestione diretta non in franchising, con un investimento costante in innovazione e tecnologie all'avanguardia, come la tac 3d, il laboratorio integrale cad-cam, la videocamera intraorale.

La compagnia, infatti, è impegnata in un intenso progetto di crescita che l’ha portata a investire 40 milioni di euro per aprire 85 nuove cliniche nel mondo. Investimenti che continueranno anche nei prossimi mesi, portando Dentix a chiudere il 2016 con 390 milioni di euro di fatturato e 270 cliniche aperte, di cui molte all’estero, e con oltre 5 mila occupati, 700 in più solo negli ultimi dodici mesi. Una crescita sorprendente considerato che nel 2011 i professionisti impiegati nelle cliniche Dentix erano appena 40.

02_Dentix.jpg

«Siamo la catena di cliniche dentali di proprietà più grande al mondo e continueremo a investire potenziando il mercato originario, la Spagna, e puntando su Italia, Colombia, Messico e nuovi mercati come Perù, Cile, Regno Unito – dichiara Angel Lorenzo, presidente di Dentix – La nostra più grande sfida è garantire che un’odontoiatria di qualità possa essere alla portata di tutti, cosa non sempre possibile, specie in alcuni Paesi. Per farlo, continueremo a lavorare con professionalità, qualità e passione mettendo al primo posto la soddisfazione dei nostri pazienti, perché è questa a garantire il nostro successo».

La forza dell’azienda spagnola, infatti, deriva anche dalla diretta proprietà delle cliniche: «Una dimensione che consente di risparmiare sugli intermediari, trasferendo questo risparmio a vantaggio dei clienti, offrendo loro le migliori tecnologie. In pratica – specifica Lorenzo - offriamo il servizio migliore al miglior prezzo, riuscendo al tempo stesso ad avere maggior controllo sulle singole strutture così da offrire in tutte la stessa qualità».

Ogni centro, infatti, vanta macchinari all’avanguardia, un’organizzazione professionale competente e al tempo stesso flessibile, con aperture garantite 6 giorni su 7, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 20. Ogni paziente è affidato a un professionista e specialista così che possa crearsi un rapporto di stima destinato a durare nel tempo. Il tutto, con cure personalizzate e prezzi accessibili. Non a caso, un paziente su due arriva in Dentix grazie al passaparola positivo e il ranking di gradimento dei pazienti è di 8,5 su 10 (fonte Audit PWC). Ma anche la soddisfazione dei professionisti è alta visto che il tournover nelle cliniche Dentix è inferiore alla media del settore. Elementi fondamentali per far rientrare il colosso spagnolo nel prestigioso report della Borsa londinese, report in cui sono classificate le imprese con un fatturato tra i 20 e i 300 milioni di euro che più si sono distinte per la creazione di lavoro e per l’impatto positivo nella crescita economica. Tra le mille selezionate, 75 sono spagnole e Dentix è la prima nel settore salute.

01_Angel_Lorenzo_Dentix.jpg

DENTIX: Con un'esperienza di oltre 15 anni, Dentix è una compagnia leader del settore odontoiatrico, a capitale 100% spagnolo, creata da un odontoiatra. È un'azienda familiare e con un modello di business differente rispetto ad altre catene o alle assicurazioni sanitarie private e che si sviluppa grazie a cliniche di proprietà e non a cliniche in franchising. Ogni clinica di Dentix è composta da un'équipe di professionisti con il Direttore Sanitario che si occupa del coordinamento del lavoro degli odontoiatri, offrendo così un servizio completo che permette di soddisfare le richieste dei pazienti. Inoltre, un gruppo di esperti odontoiatri compone il dipartimento di qualità che, a livello nazionale, garantisce la massima qualità nei trattamenti per ottenere la soddisfazione dei pazienti. Tutti i centri Dentix dispongono delle ultime novità tecnologiche, come la tecnologia CAD-CAM e l'apparecchiatura Digital TAC e la radiografia panoramica con risparmio di tempi e attese. Per quanto riguarda gli impianti, Dentix usa solamente impianti di alta gamma. Grazie all'impegno della compagnia per la soddisfazione dei propri pazienti, questi godono di un'attenzione personalizzata e cortese e di una garanzia scritta e a lungo termine. Questa filosofia si riflette nell'alto indice delle raccomandazioni, tanto che circa il 40% dei pazienti si rivolge a Dentix grazie al consiglio di amici, familiari o conoscenti.

LeasePlan festeggia 25 anni in Italia con un film sul noleggio - Protagonista Neri Marcorè

leaseplan_25.jpg

Per la prima volta sul grande schermo il noleggio a lungo termine LeasePlan Un'Esperienza da oscar con Neri Marcorè

Milano,17 Ottobre 2016. In occasione del suo 25° anniversario di attività in Italia, LeasePlan lancia il film “Un'esperienza da Oscar”, realizzato con Neri Marcorè,  coinvolgendo i dipendenti della azienda.

Il viaggio di un driver di eccezione come Neri Marcorè, che con la sua auto decide di viaggiare da Milano a Roma, diventa la trama per una serie di imprevisti che, sebbene un po' romanzati, possono capitare nella vita reale di un qualsiasi automobilista.

Il noleggio, la guida senza pensieri che LeasePlan assicura ai suoi clienti, sarà la soluzione per una ottima customer experience o meglio “un'esperienza da Oscar”, come recita il titolo del film.

Crediamo che questo film si inserisca perfettamente nell'evoluzione sempre più diffusa, sia a livello internazionale che in Italia, del superamento della proprietà dell'auto, a vantaggio di una soluzione di mobilità come il noleggio a lungo termine.

Il Film, è stata anche una esperienza al alto impatto motivazionale per i dipendenti che ha favorito il senso di appartenenza ed orgoglio per la propria azienda.

I dipendenti LeasePlan sono, infatti,  stati coinvolti in questa incredibile avventura, attraverso la partecipazione a dei veri e propri casting, condotti dallo stesso Neri Marcorè.

Il Film è stato proiettato, in anteprima, in una sala cinematografica a Roma durante la celebrazione del 25° anniversario di LeasePlan in Italia, ed è disponibile su youtube sul canale ufficiale LeasePlan Italia.  

 

STUDIO NICOLINI COMMERCIALISTI ASSOCIATI: La deducibilità fiscale dei rimborsi delle spese di trasferta

Risultati immagini per nicolini commercialisti associati

 

 

 

 

Lettera Informativa n.16/2016

LA DEDUCIBILITA’ FISCALE DEI RIMBORSI DELLE SPESE DI TRASFERTA


Le “spese di trasferta” sono quelle particolari spese sostenute dal lavoratore dipendente o
collaboratore in occasione di spostamenti - provvisori e/o temporanei - in una sede di lavoro
differente da quella indicata nel contratto o nella lettera di assunzione. Le spese, che vengono
rimborsate dal datore di lavoro allo scopo di indennizzare il lavoratore, sono deducibili dal reddito
di impresa secondo specifiche modalità.


Innanzitutto, dal punto di vista fiscale, i rimborsi corrisposti sono deducibili esclusivamente
qualora le spese effettivamente sostenute dal dipendente o collaboratore siano inerenti l’attività
lavorativa richiesta.


Il Legislatore ha individuato tre sistemi di rimborso, la cui scelta deve essere effettuata con
riferimento a ciascuna specifica trasferta:


 - Rimborso analitico: tale sistema prevede che il dipendente / collaboratore presenti una nota
spese dalla quale risultino allegati tutti i documenti giustificativi delle spese sostenute.
Ai sensi dell’art.95, comma 3, del T.U.I.R., la deducibilità massima del rimborso analitico
delle spese di vitto ed alloggio è soggetta al limite giornaliero di:


a. € 180,76 per le trasferte effettaute fuori dal territorio comunale, ma in Italia (affinché si abbia
una trasferta fuori dal territorio comunale è necessario che lo spostamento sia “temporaneo” e che avvenga
fuori dal Comuine nel quale è situata la sede di lavoro);


b. € 258,23 per le trasferte effettuate all’estero.


Nel caso di superamento di tali limiti, l’eccedenza è indeducibileLe spese viaggio, invece,
sono interamente deducibili (ad esempio, biglietti aerei, treni, etc.).

Le spese di vitto ed alloggio per le trasferte effettaute all’interno del territorio comunale, oltre
ad essere imponibili in capo al lavoratore, sono deducibili da parte del datore di lavoro nel
limite del 75% del loro ammontare;


- Rimborso forfetario: tale sistema, che consiste nel riconoscimento da parte del datore di lavoro
di un’indennità giornaliera a copertura delle spese sostenute dal dipendente, non prevede in
capo all’azienda alcun limite di deducibilità;

Rimborso misto: tale metodologia di rimborso prevede che venga corrisposta, unitamente al
rimborso analitico, anche un’indennità di trasferta, senza che vi sia applicazione dei limiti di
deucibilità stabiliti dall’art.95, comma 3, del T.U.I.R.: pertanto, il rimborso erogato è
interamente deducibile.

Per maggiori informazioni, contattare lo Studio Nicolini Commercialisti Associati.

TEL. + 39 02 76 02 15 14 R.A. – FAX + 39 02 780 513
EMAIL: INFO@STUDIONICOLINI.COM

PARK HYATT MILANO, Il Pranzo della Domenica: il nuovo Brunch di Park Hyatt Milano

E’ tornato il Brunch al Park Hyatt Milano, con una formula che ricorderà il pranzo domenicale classico Italiano e le sue ricette storiche. 

Ogni domenica il menù avrà un tema diverso, sempre dedicato ad un prodotto stagionale e a ricette tradizionali, rustiche e di grande sapore delle regioni italiane.

Il calendario prevede:

·      2 ottobre: Campania

·      9 ottobre: Funghi

·      16 ottobre: Sicilia

·      23 ottobre: Patate e Tuberi

·      30 ottobre: Puglia

·      6 novembre: Il Tartufo Bianco d’Alba e Nero di Norcia**

·      13 novembre: Veneto

·      20 novembre: Il mare e i suoi frutti

·      27 novembre: Trentino Alto Adige

·      4 dicembre: Lombardia

·      11 dicembre: Sua Maestà Il Maiale

·      18 dicembre: Piemonte

·      25 dicembre: Il pranzo di Natale

Potrete gustare il vostro Pranzo della Domenica dalle 12.30 alle 15.00 presso la Cupola Lobby Lounge di Park Hyatt Milan. 

PARK_HYATT.jpg

 

Per maggiori informazioni, clicca qui

INDRA E GE FIRMANO UN ACCORDO PER LO SVILUPPO DI APPLICAZIONI DIGITALI PER L’INDUSTRIA

    • Prima società spagnola che fa parte del programma di alleanze di GE relativo a Predix, il sistema operativo dell’Industrial Internet

    • L’accordo strategico comprende tutti i settori industriali, con focus iniziale su quelli dell’Energia, del Petrolio e del Gas.  

    • 14.000 sviluppatori di GE collaborano nella piattaforma Predix insieme con clienti e partners per creare nuove applicazioni digitali per l’industria   

    logo-indra.jpg

                                                                                                                                                                                            Risultati immagini per GE LOGO

                         

                         

    Roma, 4 ottobre 2016.Indra e GE (NYSE:GE) hanno firmato oggi un’alleanza per sviluppare insieme applicazioni digitali per l’industria su Predix, il sistema operativo dell’Industrial Internet di GE. Con questo accordo strategico, GE estende la propria presenza digitale in Europa e in America Latina e promuove la crescita dell’ecosistema digitale in Spagna, aggiungendo Indra al programma di alleanze globali.

    Indra e GE svilupperanno e condivideranno knowledge e tecnologia per progettare la futura generazione di soluzioni dell’Industrial Internet per i vari settori industriali, con focus iniziale sui settori dell’Energia, del Petrolio e del Gas. .

    Le due società offriranno soluzioni e servizi basati su Predix, una piattaforma in cloud per ambienti tecnologici operativi per le applicazioni industriali. Questa architettura aiuta nell’analisi e nella gestione dei dati garantendo un miglioramento di produttività ed efficienza degli asset. Predix consente di applicare ll knowledge dell’Industrial Internet per promuovere una miglior esperienza operativa, una maggiore redditività degli investimenti e nuovi modelli di business. Indra certificherà almeno 150 sviluppatori su Predix nei prossimi anni.     

    Indra vanta una profonda conoscenza della tecnologia e dei processi di business relativi all’industria e, in particolare, al settore dell’Energia. Inoltre, la società ha una ampia esperienza in sviluppo, integrazione e installazione di tecnologie in altri settori. In questo modo, può coniugare le capacità in IT e OT (Information Technologies / Operational Technology) per garantire il successo dei progetti.

    “La Spagna e l’Europa possiedono il talento e le infrastrutture necessarie per guidare la rivoluzione nel miglioramento della produttività e la digitalizzazione dell’industria deve essere al centro di questo obiettivo”, ha affermato Mark Hutchinson, Amministratore Delegato di GE Europa. “Per questo motivo, l’accordo rappresenta una magnifica notizia per le due società e rafforza il nostro impegno nel supportare  la creazione delle componenti necessarie per lo sviluppo dell’Industrial Internet in Spagna e per trasformare l’informazione e la conoscenza in risultati”.

    “Nella nostra società affrontiamo le sfide che la trasformazione digitale pone ai nostri clienti con volontà di leadership e vogliamo essere il referente tecnologico e innovativo per i settori in cui operiamo”, ha sottolineato Fernando Abril-Martorell, Presidente di Indra. “Per questo, siamo lieti di condividere questa visione e questi progetti con partner globali con il prestigio e l’ambizione di GE. Siamo certi che questo accordo ci aiuterà ad identificare ed a sviluppare congiuntamente numerose opportunità di business”. 

    Progetto digitale per la Centrale a Ciclo Combinato di Whitegate

    Questa alleanza rafforza la collaborazione che le due società portano avanti da anni e che ha consentito lo sviluppo di uno dei primi progetti digitali in Europa: la centrale elettrica di Whitegate, in Irlanda. Come risultato di questa trasformazione digitale – attraverso l’installazione della soluzione APM di GE – nel primo anno del progetto è stata identificata una riduzione potenziale di costi di 1,2 milioni di €.

    Il progetto unisce strumenti avanzati per il monitoraggio delle apparecchiature e delle tecnologie analitiche insieme con i Plant Management Systems, come il sistema InGEN di Indra. 

    INDRA_E_GE.jpg

    La creazione di ecosistemi di Industrial Internet: Predix e Programma Alleanze di GE

    L’estensione dell’ecosistema che promuove GE si basa su Predix, la piattaforma di Industrial Internet di GE, e su Predix.io, che consente ai software engineer esterni di avvalersi delle capacità delle piattaforme per costruire, implementare e misurare, in un ambiente protetto e sicuro, le applicazioni dell’Industrial Internet.  

    Predix è una piattaforma dove 14.000 sviluppatori di GE collaborano con clienti e partners nella creazione di nuove applicazioni.

    Con l’obiettivo di condividere conoscenze, tecnologie e risorse, GE ha creato il Programma Alleanza, il primo di questo tipo al mondo, al fine di costruire l’ecosistema industriale digitale attraverso l’accesso dei partners e dei clienti agli strumenti digitali, alla tecnologia e all’esperienza di GE su Predix in quest’ambito.

    Quella di Indra è la prima alleanza strategica con una società spagnola e si aggiunge ad altri accordi firmati con importanti società di tecnologia con l’obiettivo di promuovere nuove applicazioni per l’Industrial Internet.

    GE e il suo impegno per costruire un ecosistema industriale digitale

    GE (NYSE: GE) è l’azienda industriale digitale che sta trasformando l’industria con macchine e soluzioni guidate da software, connesse, predittive e reattive. GE è organizzata intorno a uno scambio globale di conoscenza, il “GE Store”, attraverso il quale ogni impresa condivide e accede alla stessa tecnologia, allo stesso mercato, alla stessa struttura, alla stessa intelligenza. Ogni nuova soluzione poi, alimenta ulteriormente l’innovazione, consentendone l’applicazione a tutti i settori industriali..

    GE è impegnata nella costruzione di un ecosistema industriale digitale attraverso l’introduzione di nuove soluzioni software allineate con le esigenze dei clienti. L’obiettivo della propria unit GE Digital è quello di diventare una società di software di 15 miliardi di $ nel 2020.

    www.ge.com

    Indra

    Indra è una delle principali società di consulenza e tecnologia per le operazioni di business dei propri clienti in tutto il mondo. Sviluppa un’offerta tecnologica completa di soluzioni proprietarie e di servizi all’avanguardia ad alto valore aggiunto. A questa offerta si aggiunge una cultura unica di affidabilità, flessibilità e adattabilità alle esigenze dei propri clienti. Indra è leader mondiale nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori: Sicurezza e Difesa, Trasporto e Traffico, Energia e Industria, Telecomunicazioni e Media, Finance, Pubblica Amministrazione e Sanità. Inoltre, la sua business unit Minsait risponde alle sfide della trasformazione digitale. Nel 2015, Indra ha avuto ricavi per un valore di 2.850 milioni di euro, 37.000 professionisti, con una presenza locale in 46 Paesi e progetti in 140 Paesi.

    In Italia Indra ha circa 600 professionisti che lavorano presso le sedi di Roma, Milano, Napoli, Bologna e Matera. La Società ha un Software Lab a Napoli che opera all’interno di una rete di 22 Software Lab in Europa, Asia e America Latina: laboratori di R&S all’avanguardia.

NEMEA SERVIZI: Fondir proroga la scadenza delle Risorse 2016 al 9 gennaio 2017

Nemeaservizi.png

Si segnala che Fondir ha deliberato la proroga dei termini per la presentazione dei piani formativi a valere sull’Annualità 2016.

Le prossime scadenze di presentazione di Piani formativi sono:

  • 21 novembre 2016
  • 9 gennaio 2017

Sono state inoltre stanziate ulteriori risorse:

  • € 1.715.586 per il Comparto Commercio-Turismo-Servizi, Logistica-Spedizioni-Trasporto ed altri Settori Economici
  • € 1.366.694 per il Comparto Creditizio-Finanziario e Assicurativo

Link alla pagina del sito Fondir

Se siete interessati a cogliere tale opportunità e per ulteriori informazioni e approfondimenti contattare:

Roberta Battaglia - 347 86 06 304

PER RICEVERE AGGIORNAMENTI PUNTUALI VIA MAIL TRAMITE IL SERVIZIO DI NEWSLETTER DI NEMEASERVIZI, POTETE SCRIVERE A SERENA AMISANO.

AIR EUROPA: la compagnia aerea spagnola celebra un anno di grandi novità e si prepara a festeggiare i 30 anni di attività

Risultati immagini per air europa

Nuove rotte, nuovi servizi e una flotta sempre più moderna:

Air Europa, la compagnia aerea spagnola del Gruppo Globalia, conferma anche per questa edizione la propria presenza al TTG Incontri. La compagnia sarà presente dal 13 al 15 ottobre a Rimini Fiera, presso il padiglione A5, corsia 5,stand 182, per raccontare un periodo ricco di novità.

Il vettore spagnolo sta attraversando un anno di grande sviluppo, iniziato con un nuovo look e un logo più moderno e accattivante e che si accinge a finire con una flotta ancor più all’avanguardia e nuove rotte. Ma non solo, il 2016 è un anno di estrema importanza per Air Europa: la compagnia area si prepara infatti a festeggiare proprio quest’anno i 30 anni di attività. Tre decenni fondamentali durante i quali non ha mai smesso di investire nella propria crescita, percorso che continua costantemente muovendosi in due direzioni parallele: da una parte la crescita della flotta e l’inserimento delle nuove rotte, dall’altra la sempre crescente cura nei confronti dell’esperienza di viaggio di ogni singolo passeggero attraverso l’ammodernamento della flottadei servizi e l’introduzione di nuovi programmi e tariffe pensati ad hoc per ogni esigenza.

Una flotta sempre più moderna che collega l’Europa all’America Latina, USA e Caraibi

Il processo di potenziamento del network di Air Europa è una costante del 2016 grazie all’apertura di tre nuove rotte. Da giugno è infatti regolarmente in servizio la rotta per Bogotà, mentre dicembre sarà il mese di lancio di altri due voli intercontinentali, quelli verso Guayaquil Cordoba. Il primo verrà lanciato ufficialmente il 16 dicembre inaugurando la prima rotta ecuadoregna e sarà servita da un Airbus 330-200, mentre il collegamento per Cordoba verrà inaugurato il 18 dicembre e volerà tra l’hub madrileno di Barajas e quello della città argentina via Asunción, con quattro voli alla settimana effettuati con un Airbus 330-200. Con il lancio di questi nuovi collegamenti Air Europa si conferma ancora una volta il punto di riferimento per i voli tra l’Europa e l’America latina.

Accanto al lancio delle nuove rotte, il vettore iberico continua a spingere sulla modernità ed efficienza della propria flotta con l’ufficializzazione dell’ingresso di 24 Boeing 787 Dreamliner entro il 2022, aeromobili di ultima generazione che contribuiranno ad affermare quella di Air Europa come una delle flotte più moderne dei cieli.

Una nuova esperienza di viaggio

L’esperienza di viaggio dei passeggeri è stata al centro di molte importanti novità volte ad offrire un servizio sempre più all’insegna del benessere. I passeggeri di Air Europa possono infatti usufruire del servizio Wi-Fi, offerto in collaborazione con Panasonic Avionics Corporation, sugli Airbus che operano voli a lungo raggio; assaporare il nuovo servizio catering con piatti sani ed equilibrati firmati dallo chef Antonio Fernández e disponibili sui voli a lungo raggio e nella Business Class delle tratte nazionali ed europee; e ancora, raggiungere la propria meta in totale relax in seguito al rinnovamento della Business Class della flotta a lungo raggio, che ha visto l’introduzione sugli Airbus 330-200 operativi sulle rotte per San Paolo e New York dei sedili “flat bed” della linea Equinox 3D, in grado di garantire massimo comfort e riposo.

air-europa_g77s5i.jpg

Qualità, vantaggi e convenienza per ogni esigenza

Il benessere del passeggero è da sempre una priorità per Air Europa che, proprio per questo, nel corso del 2016 ha investito sempre di più non solo nei servizi di bordo, ma anche in nuovi programmi e tariffe pensate per andare incontro alle esigenze di ogni viaggiatore. Durante quest’anno il vettore spagnolo ha infatti lanciato SUMA, il programma frequent flyer che premia i viaggiatori permettendo di accumulare e spendere Miglia volando con Air Europa e con le linee partner dell’alleanza SkyTeam, ma anche di incrementare e utilizzare le Miglia per acquistare prodotti e servizi offerti da prestigiosi partner come Cepsa, Europcar, NH Hotel Group, Halcón Viajes, Be Live e Amazón. Sempre nel corso degli ultimi mesi sono state lanciate le tariffe PRIME, che permette di volare in Business Class

al prezzo e alle condizioni migliori sulle rotte per San Paolo, Bogotá e Caracas, eLITE, dedicata ai passeggeri dell’economy class, per viaggiare senza bagaglio

sulle rotte nazionali ed europee. “Siamo molto fieri di poter festeggiare i 30 anni di attività del nostro vettore contante grandi ed importanti novità. – commenta Robert AjtaiDirettore GeneraleAir Europa in Italia – Il nostro obiettivo è quello di dimostrare con i fatti il nostroimpegno ad essere una compagnia moderna, affidabile e di qualità in grado di

rispondere alle esigenze di ogni nostro passeggero con servizi impeccabili e collegamenti sempre più efficienti e vari”.

About Air Europa

Air Europa è una compagnia aerea controllata dalla holding Globalia Corporación, il maggior gruppo turistico di Spagna. Il suo network comprende 92 destinazioni in 30 paesi. Dall’Italia, Air Europa effettua un doppio servizio giornaliero per l’hub di Madrid da Milano Malpensa Roma Fiumicino, quest’ultimo collegato anche con tre voli giornalieri in codeshare con Alitalia. Ottime sono le coincidenze per le Isole Baleari e Canarie e per le 19 destinazioni long-haul in Nord e Sud America: Buenos Aires, Cordoba, Montevideo, Santiago del Cile, Santa Cruz de la Sierra, Lima, San Paolo, Salvador de Bahia, Caracas, Asunción, Santo Domingo, Punta Cana, l’Havana, San Juan de Portorico, Cancun, Bogotà, Guayaquil, Miami e New

York. Fondata nel 1986, oggi è il secondo vettore di Spagna con circa 10 milioni di passeggeri trasportati nel 2014 e un fatturato globale di circa 1.800 milioni di euro e una delle più

moderne compagnie aeree d’Europa. Rinomata per la capacità di garantire servizi di elevata affidabilità e qualità, è la compagnia aerea spagnola con il maggior numero di certificazioni di qualità, sicurezza e manutenzione. La flotta di Air Europa, tra le più moderne dei cieli, è attualmente composta da 48 aeromobili: 15 Airbus A330, 20 Boeing 737-800 di cui due modello Sky Interiors, 11

Embraer 195 e 2 Boeing 787-800 Dreamliner. Nel 2007 la compagnia è entrata a far parte di SkyTeam, una delle più grandi alleanze del mondo.

LEASEPLAN misura l’attitudine ad essere multitasking alla guida, suddividendo il Panel per generazioni

Leaseplan.jpg

Milano, Settembre 2016 – Oltre otto su dieci  automobilisti (81%)  sono multitasking alla guida durante la quale parlano, mangiano, bevono, messaggiano o sono sui social network. Lo rivela l'indagine globale LeasePlan Mobility Monitor; una ricerca condotta  nel 2015 tra quasi 4.000 drivers in ben 17 paesi.

La buona notizia è che i risultati complessivi mostrano un leggero miglioramento rispetto ad una ricerca simile condotta nel 2014, quando l'84% dei drivers aveva ammesso di essere multitasking durante la guida, ma i livelli sono ancora alti per garantire una maggiore sicurezza degli automobilisti.

Nello specifico vediamo quali sono i dati tutti italiani della ricerca:

Le attività più comuni sono “parlare al telefono” (76% nel 2015, 76% nel 2014) “bere” (31% nel 2015, 32% nel 2014) “mangiare”  (18% nel 2015, 16% nel 2014). Nella più recente indagine, il 17% di tutti i driver dichiarano di “mandare messaggi di testo” mentre sono al volante (22% nel 2015, 24% nel 2014), mentre l' 8% usa i social media (6% nel 2014).

LeasePlan effettua la sua ricerca puntando in particolare, il focus sui comportamenti alla guida delle diverse generazioni che chiama rispettivamente: Generazione Y (nati tra il 1982 e il 1999), Generazione X (nati tra il 1965 e il 1981) e Generazione baby-boomers (nati tra il 1946 e il 1964).

Dalla ricerca emerge che le Generazioni X ed Y sono più multitasking alla guida, rispetto alla generazione dei baby- boomers e questo non sorprende. Ma le differenze sono veramente alte, infatti per la Generazione X (in particolare modo chi ha un’età compresa tra i 35 e i 44 anni) almeno 1 su 3 (36%) “utilizza i messaggi di testo” mentre è alla guida, fenomeno che invece risulta essere completamente inesistente (solo il 6%) per i baby boomers (52 –70 anni).

E comunque ciò che colpisce è che a scrivere più messaggi di testo mentre guidano sono le donne, il 37% contro il 19 % degli uomini. Il dato supera persino la vecchia attitudine del truccarsi in auto ( a farlo infatti, sono solo il 9 % delle donne intervistate e solo di Generazione X, con età compresa tra i 35 e 44 anni).

Altra cosa che ci stupisce è l’attitudine a “bere” mentre si è alla guida con una percentuale del 33% per la Gen X 48% Gen Y  e 26 % i Baby- boomers.

Mentre l’attività di “fumare in auto” è rilevata maggiormente nei giovani, Gen Y (25%) e Gen X (21%) mentre è molto bassa nei baby-boomers (8%)

L’attività di mangiare in auto, invece, è una abitudine più comune tra i giovani (33% Gen Y ) mentre è del tutto assente tra i baby-boomers (6%)

Il divario tra le generazioni è ovviamente  ampio quando si tratta dell’uso dei social media, che sono più popolari tra le Generazioni X ed Y. Mentre, nonostante le differenze generazionali, parlare al cellulare in macchina è un un'attività multitasking popolare tra tutti i gruppi di età, infatti il 76% di tutti i conducenti intervistati, confermano di fare e ricevere telefonate mentre guidano.

La comunicazione è parte integrante della natura umana, e questo potrebbe spiegare il perché più di un terzo di tutti i conducenti intervistati (35%), afferma di non poter scegliere cosa  sia più importante tra il proprio telefono cellulare e la propria auto. Ma ciò non deve abbassare i segnali di attenzione verso la sicurezza alla guida.

Gavin Eagle, direttore commerciale LeasePlan Italia" Il comportamento alla guida può avere un enorme impatto sulla sicurezza dei driver e sui costi della flotta, in termini di numero di incidenti  e sui premi assicurativi. Multitasking e conseguente distrazione alla guida sono tra le cause principali di incidenti stradali. In Europa, la media dei costi degli incidenti stradali è circa 700 euro per incidente. Pertanto per un nostro cliente, oltre agli aspetti legati alla sicurezza, i costi finanziari da affrontare in caso di comportamenti alla guida rischiosi, sono importanti.

Sappiamo che questo può cambiare quando i gestori di flotte aziendali rendono la sicurezza del conducente una priorità. Ciò richiede una comunicazione continua, coerente ed efficace con i propri driver ed un lavoro sinergico con consulenti di fiducia esperti del settore e in grado di proporre le giuste soluzioni per ciascun cliente.

Per maggiori informazioni, foto o interviste, contattare:

Giovanna Gianolli - Ufficio Stampa LeasePlan Italia – Viale Luigi Bodio 33/39 (Bodio 2) 20158 Milano 

giovanna.gianolli@leaseplan.it   T +39 02 24790347 - M + 39 334 6824329

 

A proposito di LeasePlan MobilityMonitor

I rapidi sviluppi economici, tecnologici e sociali stanno plasmando il futuro della mobilità e l’industria del noleggio a lungo termine. LeasePlan punta a ottenere informazioni preziose sulla mobilità globale attraverso il suo network di società situate in 32 paesi in tutto il mondo. La ricerca MobilityMonitor di LeasePlan aiuta i decisori che operano nel campo della gestione delle flotte, a mantenersi aggiornati sui principali sviluppi e ad assumere decisioni informate sulla gestione dei parchi auto e della mobilità.

Informazioni su LeasePlan ItaliaLeasePlan Italia opera nel settore del noleggio a lungo termine e gestione delle flotte aziendali, con soluzioni consulenziali personalizzate per aziende di ogni dimensione.

LeasePlan Italia gestisce una flotta di oltre  116.000 veicoli su strada, con una quota di mercato del 19%, un fatturato di 800 milioni di euro e impiega circa 560 dipendenti, con presenza su tutto il territorio nazionale.

LeasePlan Italia è controllata da LeasePlan Corporation, operatore leader a livello mondiale, con oltre 1,4 milioni di veicoli gestiti in 32 differenti paesi.

Le azioni di LeasePlan Corporation sono detenute al 100% da LP Group B.V., che rappresenta un consorzio composto da un gruppo di affidabili investitori di lungo termine e che include uno dei principali fornitori e gestori di fondi pensionistici olandesi, PGGM, il maggior fondo pensionistico della Danimarca ATP, GIC, Luxinva S.A., una società consociata di proprietà dell’Autorità per gli Investimenti di Abu Dhabi (ADIA) e alcuni fondi d’investimento gestiti dalla società TDR Capital LLP.

MAGNUS CMD: La Transizione Saudita all’era Post-Crudo, Saudi 2030 Vision

Se la fuga dal petrolio é veramente iniziata, come molti predicono da anni, l’Arabia Saudita, sembra non volersi far trovare impreparata. Il Regno Saudita, sinora sempre etichettato come un paese a mono cultura petrolifera, si mette in gioco lanciando un pacchetto di riforme per i prossimi 14 anni.

Si tratta di Saudi 2030 Vision, il piano che dovrebbe puntare alla diversificazione  economica cosí da ridurre al minimo la dipendenza del paese dal petrolio. I dettagli sono stati presentati lunedí scorso dal principe ereditario Mohammed bin Salman, durante un appuntamento attesissimo dalla comunitá internazionale.

grafico17

Il piano fissa dei precisi obiettivi per i prossimi tre lustri. L’economia del regno saudita che ad oggi dipende per un 80% dalle esportazioni di petrolio é stata messa a dura prova dall’abbassamento globale dei prezzi del greggio, che l’hanno fatta incorrere in un deficit di bilancio di cento miliardi di dollari nel 2015,  evidenziando l’urgenza di un cambiamento a livello economico e sociale.

Sebbene le  stime parlino di riserve di petrolio saudita pari a 270 miliardi di barili, la crisi petrolifera ha costretto il governo del regno a tagliare i sussidi e a interrompere molti progetti di sviluppo, riducendo la sua levatura internazionale e la sua capacitá di influenzare gli altri stati arabi.

Nonostante l’indipendenza dall’oro nero sembri essere un obiettivo complesso e difficilmente perseguibile, il giovane pricipe saudita, durante il discorso di presentazione delle Saudi 2030 Vision, ne ha rimarcato importanza e fattibilitá, che dovrebbe essere raggiunta giá entro il 2020. Un traguardo possibile solo iniziando a investire da subito in settori alternativi al petrolio, e che si aspetta possano generare introiti da 100 miliardi di dollari l’anno.

Nei documenti presentati, quattro sono stati i punti salienti affrontati,  che si convertiranno in progetti di sviluppo dei prossimi anni:

SAUDI ARAMCO

Stabilito che il valore di Saudi Aramco é di oltre 2mila miliardi di dollari, importo finora sconosciuto poiché segreto di Stato, la gigantesca compagnia petrolifera sará convertita in una holding e il 5% sará messo sul mercato, quotazione che potrebbe convertirsi nella piú grande iniziale offerta pubblica d’acquisto del mondo.

PUBLIC INVESTMENT FUND

Il PIF, Public Investment Fund sará oggetto di una ristrutturazione che lo convertirá in un fondo sovrano da 2mila miliardi di dollari. La stessa Aramco sará uno degli asset del fondo. Il principe ha detto che il PIF nel 2015 avrebbe registrato rendimenti pari a 30 miliardi di riyal (8 miliardi di dollari) e che lo scopo  sarebbe quello di aumentarne il patrimonio a 7mila miliardi di riyal dai 600 miliardi attuali.

Le istituzioni finanziare saranno incoraggiate a allocare il 20% dei loro fondi, in investimenti a piccole  e medie imprese, mentre gli investimenti stranieri diretti dovranno essere incrementati dal 3,8% attuale a un 5,7%.

RINNOVABILI E SETTORE MINERARIO

L’arabia Saudita é decisa a stanziare insieme agli altri paesi del Golfo Persico investimenti per 116 miliardi di dollari in energie rinnovabili. Riad punta a raddoppiare la sua capacitá rinnovabile entro il 2032, raggiungendo quota 54 GW, 41 dei quali a energia solare. Un progetto ambizioso con cui la monarchia saudita mira a conquistare una posizione dominante nel settore della green economy. Eppure Riad è stata considerata uno degli attori sconfitti alla conferenza sul clima, Cop 21, tenutasi a Parigi lo scorso dicembre e conclusasi con un impegno a mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto dei 2 gradi centigradi, e a compiere sforzi per mantenerlo entro 1,5 gradi.

Il temuto isolamento diplomatico in materia ambientale ha spinto il governo saudita ad annunciare un taglio di 130 milioni di tonnellate di Co2 entro il 2030. Un progetto ambizioso sebbene ancora opaco nei dettagli, considerato che è condizionato al mantenimento di “un’economia che continui a diversificarsi e a crescere”.

Il piano persegue anche lo scopo di aumentare il contributo del settore minerario al prodotto interno lordo di 97 miliardi di riyal ($ 25,9 miliardi) e  aumentare il numero di posti di lavoro nel settore a 90.000 nel 2020.

L’Arabia saudita conta con riserve minerarie che nulla hanno da invidiare a quelle petrolifere: oro, zinco, fosfati e il 6% delle riserve mondiali di uranio, definito “un altro petrolio, non ancora sfruttato”.

grafico29

TAGLI ALLA SPESA E RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO

Il governo saudita ha annunciato anche una serie di tagli alla spesa,  oltre che delle riforme finalizzate a ridurre il deficit di bilancio a circa 87 miliardi di dollari entro la fine di quest’anno, dopo che il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha avvertito che il paese può rischiare di rimanere a corto di denaro contante in meno di cinque anni.  Al momento il 10% del budget statale saudita, viene bruciato in sussidi e agevolazioni per i cittadini, un livello di spesa ormai non piú sostenibile.

Secondo Riad, il taglio dei sussidi e degli ingenti sprechi pubblici permetterebbe il risparmio di 30 miliardi di dollari all’anno mentre l’introduzione dell’IVA ne garantirebbe altri 10. Si prevede inoltre l’introduzione di una  tassa sui beni di lusso e il taglio dei sussidi sulla benzina e sulle bollette delle luce.

Fra gli obiettivi del piano di riforme figura il calo del tasso di disoccupazione saudita dall’11,7% attuale al 7%. Senza dubbio, si tratta di una rivoluzione socio-politica in un Paese dove due terzi degli occupati lavorano per lo stato, l’11,7% della manodopera è disoccupata, milioni di sauditi sono sotto-occupati (pagati per non fare nulla). E dove la maggioranza della metà della popolazione – le donne – non produce ricchezza.

Sebbene le novitá siano state ben accolte dalle fasce piú giovani della popolazione, desiderosa di una nuova era di riforme a livello sociale che possa sfociare nella riconquista dei diritti civili, sembra non essere ben vista dal potente clero whabita.

Obiettivi troppo ambiziosi? Forse..Ma se il piú grande produttore di petrolio al mondo, valuta un cambio di rotta riguardo la propria economia, forse le predizioni delle Cassandre moderne inerenti la fine dell’era del crudo non sono poi così errate.

CAIXA BANK mejora su posición en el Dow Jones Sustainability Index y se consolida como uno de los bancos más responsables del mundo

La entidad obtiene 88 puntos, lo que le coloca entre los mejores bancos en responsabilidad corporativa a nivel global, y supera su puntuación en cinco puntos respecto a la revisión anterior.

CaixaBank consigue la máxima puntuación (100) en áreas como la estabilidad financiera, seguridad de la información, prevención contra el blanqueo de capitales y estrategia en cambio climático.
Imagen

CaixaBank ha alcanzado los 88 puntos en el Dow Jones Sustainability Index (DJSI), el principal indicador mundial de la actuación de las empresas en términos de sostenibilidad. Este resultado, cinco puntos superior al obtenido en la revisión del año anterior del índice, sitúa a CaixaBank entre los mejores bancos a nivel mundial mejorando su puntuación en los tres ámbitos analizados: económico, social y medioambiental.

De este modo, la entidad, presidida por Jordi Gual y cuyo consejero delegado es Gonzalo Gortázar, se consolida entre los bancos más sostenibles del mundo en responsabilidad corporativa. En 2016, los analistas del DJSI han incluido a un total de 27 bancos en el índice mundial, de los que 12 son europeos.

Los analistas del DJSI han valorado a CaixaBank con las mejores puntuaciones (100) en áreas como estabilidad financiera y riesgo sistémico, seguridad de la información, prevención contra el blanqueo de capitales  y estrategia en cambio climático. Otros ámbitos muy bien valorados por las analistas han sido la gestión de riesgos, la aportación a la sociedad y filantropía y la gestión medioambiental.

Dow-Jones-Sustainability-Index-800x500_c.jpg

Sobre el Dow Jones Sustainability Index

El DJSI es un índice mundial que valora las buenas prácticas de las empresas bajo criterios sociales, medioambientales y de gobierno corporativo y selecciona a las compañías más sobresalientes por su estrategia de crecimiento sostenible.

Creado en el año 1999, el DJSI es uno de los índices fundamentales para aquellos inversores que tienen en cuenta los criterios de sostenibilidad en la composición y gestión de sus carteras de inversión. Los resultados del DJSI 2016 pueden consultarse desde hoy en la página web oficial (http://www.sustainability-indices.com). 

Para mayor información

Icono economia blanco
 

Información
Económica y Política