Programa PICE

PROGRAMMA PICE

 

LOGO MOVILIDAD EMPRESAS Italiano

foto-jovenes pice

Alternative alla disoccupazione giovanile: mobilità internazionale e imprenditorialità

L’ultima “Mappa dell’imprenditorialità in Spagna”, pubblicata nel 2017 da ‘’Spain Startup’’, conferma che il lavoro autonomo è più che mai un’opzione di lavoro altamente redditizia. In questo senso, l’entità fornisce dati che dimostrano la longevità dei progetti intrapresi nell’ultimo decennio: il 9% di essi ha tra i tre e i quattro anni di vita, mentre il 19% ha un livello di ‘crescita’molto elevato. Ed è la vasta formazione, in particolare la tecnologia,che porta una grande percentuale di ragazzi sotto i 30 anni a scommettere sulle proprie iniziative, quindi l’imprenditorialità è indubbiamente una delle due principali alternative alla disoccupazione giovanile. L’altro: mobilità internazionale e, in particolare, pratiche commerciali all’estero. Questi sono due percorsi compatibili supportati da strategie pubbliche che cercano di aumentare l’occupazione dei giovani. Tra questi spicca il Sistema nazionale di garanzia per i giovani, all’interno del quale è incluso il programma integrale di qualificazione e occupazione (PICE). Successivamente, vedremo come quest’ultima favorisce sia il lavoro autonomo che i periodi di lavoro in aziende straniere.

Piano di mobilità

Per quanto riguarda l’esperienza internazionale, il PICE ha il cosiddetto piano di mobilità, una rete di opportunità di lavoro in aziende sparse in tutta l’Unione europea. Per consultarli, basta andare sul sito Web della Garanzia per i giovani. In questo modo, troviamo pratiche amministrative a Cork (Irlanda), con una durata di 3 mesi, a partire da aprile e una dotazione economica di 2.500 euro. Anche altri della stessa estensione, collegati questa volta con il campo della comunicazione, da sviluppare in Lussemburgo e con una dotazione di 2.300 euro. L’obiettivo di questi periodi è sempre quello di migliorare il curriculum del beneficiario PICE. Pensiamo che le pratiche all’estero siano molto apprezzate dalle aziende durante i loro processi di selezione, poiché questo tipo di esperienza è sinonimo di comunicazione interculturale, autonomia, abilità sociali e competenza linguistica, tra le altre competenze.

Aiuto per l’imprenditorialità

D’altra parte, il programma prevede incentivi per 600 euro per gli utenti che desiderano avviare un’attività economica. Inoltre, le Camere di commercio offrono informazioni, orientamento e consulenza a tutti i minori di 30 anni interessati al lavoro autonomo. Vai alla tua camera di commercio più vicina con il tuo ID valido. Ti consigliano di prendere il tuo CV stampato e ti aiuteranno nella registrazione.

Infine, i giovani che vogliono godere dei benefici del Programma PICE inquadrato nel Sistema di Garanzia per i giovani della Camera di Commercio devono soddisfare i seguenti requisiti: essere registrati in qualsiasi località del territorio nazionale spagnolo, non avere meno di 16 anni o più di 29, oltre a non aver lavorato o ricevuto formazione o azioni educative un giorno prima della data di iscrizione.

Fonte: http://bit.ly/2IaHh03