PORCELANOSA

PORCELANOSA

PORCELANOSA Grupo Projects: Krion™ K-Life plana sull’aeroporto di Roma-Fiumicino

 Con 100.000 passeggeri al giorno e quattro terminal, l’aeroporto di Roma-Fiumicino (noto anche come Leonardo da Vinci) è uno dei più grandi in Italia e uno dei più trafficati d’Europa.

Data la sua estensione e la grande affluenza di persone che riceve costantemente, l’architetta Giovanna Pontecorvo ha optato per il minerale compatto Krion™ per la progettazione dei banconi di questo edificio con Show White EAST 1100. Il bianco più puro di questa gamma cromatica di Krion con un bianco al 99,8% rafforza la luminosità di ogni zona.

Realizzati con Krion K-Life, il materiale fotocatalitico dell’azienda che riduce l’inquinamento ambientale, questi pezzi uniscono tutte le proprietà del minerale compatto: resistenza al fuoco, alle temperature estreme e al transito costante, proprietà antibatteriche che impediscono la proliferazione di microrganismi patogeni, elevata capacità di termocurvatura, peso ridotto e scarsa manutenzione.

 

Krion™: Un materiale sostenibile diverso dagli altri

Krion™ è una Superficie Solida di nuova generazione con una composizione riciclabile al 100% che può essere riprocessata e riutilizzata. Essendo un materiale dal peso ridotto, resistente agli urti, agli agenti chimici, ai raggi UV e con bassa conducibilità termica, il suo utilizzo in grandi edifici pubblici e privati sta diventando sempre più frequente.

Dotato della tecnologia KEAST, Krion™ K-Life riduce l’inquinamento ambientale e migliora la qualità della vita. L’assenza di porosità e la facilità di pulizia lo rendono la soluzione perfetta per realizzare installazioni ed edifici sicuri, sostenibili e salutari.

La sua densità e l’assenza di porosità lo rendono un isolante acustico che riduce qualsiasi tipo di rumore e migliora l’esperienza del cliente. Poiché i suoi giunti sono impercettibili, questo materiale consente di creare superfici lisce e continue senza separazioni o irregolarità, permettendo così di creare design senza limiti.

mosaico

 

Condividi questo post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *