MELIÁ

MELIÁ

La rinascita della grande torre di cristallo di Milano, GalFa

Torre GalFa, uno dei mitici grattacieli di Milano, è in fase di ristrutturazione e sta diventando un’altra attrazione della città. Al suo interno ospiterà l’hotel INNSiDE Milano Torre GalFa, che aprira le sue porte a Dicembre 2019.

L’edificio fu costruito da Melchiorre Bega nel 1956 per essere uno specchio di modernità e alta tecnologia di fronte alla Torre Pirelli, progettata da Gio Ponti. In merito a Torre GalFa ha dichiarato Ponti: “Raggiunge una bellezza che viene immediatamente compresa e amata perché integra forme tecniche, estetica e una verità significativa”. E, come sempre, Ponti ha ragione, la verità sta in ogni millimetro della struttura e della bellezza dell’edificio.

Melchiorre Bega era un architetto e designer educato alla tradizione artigiana. Tra le sue prime opere ha restaurato mobili e quella ricerca dello squisito nell’imperfezione del lavoro manuale ha forgiato il suo carattere e il suo aspetto unico. Ha lavorato nel campo dell’interior design, dell’arredamento e dell’architettura, un modo per unire tutte le sue preoccupazioni nel suo stile chiaramente definito, molto innovativo per il suo tempo.

Rimangono nella nostra memoria, attraverso le immagini salvate, gli spazi commerciali del Motta Café – anche in Piazza del Duomo -, la casa di abbigliamento Perugina o il negozio Galtrucco dove controllava “tutta la esperienza di essere in uno spazio”, come una volta evidenziare sulle pagine della rivista Domus di cui era direttore: controllato tutti i dettagli.

Nella Torre GalFa ha realizzato il suo sogno: “Ho sempre sognato di costruire un edificio in acciaio, oltre a creare strutture solide. Ha un’affascinante eleganza naturale. ” Acciaio e vetro più del cemento. Questo era il suo slogan in questo progetto.

Dopo il progressivo abbandono dell’edificio nelle successive crisi della fine del XX secolo, è stato riabilitato da Unipol e ospiterà al suo interno l’hotel INNSiDE Milano Torre GalFa. Il gruppo Meliá, come la torre stessa, è stato creato nel 1956 ed è una garanzia di funzionalità e raffinatezza nei suoi diversi marchi alberghieri. Il brand INNSiDE nasce con l’obiettivo concreto di migliorare la vita delle persone che visitano la città principalmente per lavoro, senza dimenticare l’importanza attribuita al tempo libero, dove spiccano le esperienze culturali e gastronomiche che invitano a vivere l’hotel . Qui puoi assaggiare la cucina tradizionale italiana reinterpretata con innovazione. Tutte le 145 camere avranno grandi vetrate, Chromecast e minibar gratuito. Le viste panoramiche attraverso il vetro, costituiscono una delle principali attrazioni delle camere e degli spazi comuni. Viste uniche, potremmo dire quasi essenziali.

Copia di Copia di LinkedIn Post Header_ con canva antiguo para NL(1)

Un restauro impeccabile

Lo studio di architettura responsabile del restauro è stato lo Studio BG&K Associati, il cui lavoro si è basato sulla formulazione del massimo rispetto per l’opera classica, come un’opera d’arte, ma si focalizza sulla ricostruzione di strutture che sono state deteriorate con l’aiuto della tecnologia e materiali contemporanei. “La torre GalFa è un punto di riferimento che indica uno skyline di linee più marcate della città, un mix equilibrato tra nuove costruzioni e un modello classico, che porta la tradizione architettonica milanese, con la trasparenza e la coerenza con cui Bega sognava”. È così che lo studio si esprime nelle recenti dichiarazioni.

Da parte sua Álvaro Sans, architetto specializzato nello sviluppo di programmi alberghieri e nel progetto di base dell’hotel INNSiDE Milano Torre GalFa, dopo il suo intervento al ME Milan Il Duca, un edificio progettato da un altro dei grandi maestri milanesi, Aldo Rossi, menziona la considerazione per l’edificio progettato da Melchiorre Bega e la sua visione classica: “Tutti i miei progetti hanno un comune denominatore di rispetto per l’ambiente e la loro cultura locale. Per questo, i disegni sono stati adattati al contesto e alle circostanze di ogni città, in modo che siano ecologici e sostenibili; ai loro materiali primari, in modo che facciano parte della loro terra e della loro cultura, collaborando con artisti locali, prendendo in prestito i loro elementi architettonici in modo che siano integrati nei loro dintorni. Il design e il dimensionamento di ciascuna delle sue aree sono stati accuratamente studiati, per generare un’esperienza di sofisticata funzionalità che caratterizza il gruppo Meliá. “

Condividi questo post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *